NUOVOIMAIE a Giffoni Music Concept: 'Ecco come funzionano i diritti degli artisti'

Il presidente Andrea Micciché ha incontrato i ragazzi in occasione della masterclass 'Come la generazione Z sta cambiando la musica'

NUOVOIMAIE a Giffoni Music Concept: 'Ecco come funzionano i diritti degli artisti'

La rivoluzione dello streaming, le nuove dinamiche che regolano il mercato discografico, i possibili scenari - sia sotto il punto di vista artistico, che sotto quello commerciale - di quella che sarà, nei prossimi anni, l'industria musicale, e – ovviamente – i diritti di autori e artisti: questi e altri temi sono stati affrontati nel corso della masterclass "Come la generazione Z sta cambiando la musica", incontro con i ragazzi delle scuole superiori e delle università al quale ha preso parte, insieme ad altri rappresentanti della filiera del comparto, il presidente di NUOVOIMAIE Andrea Micciché.

Spiegare l’importanza dei diritti degli artisti nell’economia dell’industria creativa ai giovani intervenuti all'incontro, previsto dal programma del Giffoni Music Concept, branca "musicale" dello storico festival cinematografico che da quarantanove anni a questa parte si tiene a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, è stata una sfida stimolante che ha visto le nuove generazioni seguire con attenzione e partecipazione gli interventi dei relatori. "Vi sarà capitato di entrare in un locale pubblico e di sentire, dall'impianto del bar, della palestra o della discoteca, una canzone in diffusione", ha spiegato ai ragazzi Micciché: "Per voi l'ascolto è gratuito, ma vi siete mai chiesti chi paga per la riproduzione dell'opera? Perché dietro alla realizzazione di un brano intervengono - oltre all'autore - tante professionalità diverse, che vanno retribuite. Ecco, quindi, la ragione dell'esistenza dei diritti connessi, che - esattamente come il diritto d'autore retribuisce il lavoro del creatore dell'opera - vanno a favore di chi materialmente realizza l'opera, ovvero gli Artisti Interpreti ed Esecutori".

"Parlare con i giovani è sempre bello", ha commentato, a margine dell'incontro, il presidente Micciché: "Soprattutto quando sono così attenti e così pieni di curiosità. Il tema dei diritti degli artisti è molto adatto alle nuove generazioni, che - per molte ragioni - sono continuamente in contatto con questo argomento, pur inconsapevolmente e spesso senza conoscerne le regole. Ecco perché penso che un incontro con dei ragazzi che per la prima volta vengono in contatto con i diritti degli artisti sia un'occasione da non perdere".

"Sarebbe bello se tutta la filiera della creatività, sia musicale che audiovisiva, fosse unita nel cercare di portare avanti un momento di incontro con le giovani generazioni", ha concluso Micciché: "Questo è un appello e insieme una speranza: occorre fornire tutti gli strumenti necessari, ai ragazzi, per comprendere l'importanza della legalità in tema di rispetto dei diritti degli artisti".

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NUOVOIMAIE.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.