Ryan Adams torna sulle scene dopo le accuse di molestie

Il cantante si fa sentire sui social: "Ho molto da dire. Perché la verità è importante", e posta un frammento di una canzone

Ryan Adams torna sulle scene dopo le accuse di molestie

Qualche mese fa Ryan Adams era stato oggetto  di un’inchiesta del New York Times, che lo aveva accusato di molestie nei confronti diverse donne, tra cui  l’ex moglie Mandy Moore, a sua volta attrice e cantante. Di conseguenza,  il cantautore statunitense aveva annullato la pubblicazione del suo nuovo disco "Big Colors" e tutte le date del tour. Ora Ryan Adams è tornato a fari sentire con un post su Twitter:

Ho molto da dire. Lo farò. Presto Perché la verità è importante.
 So chi sono. Cosa sono. È ora che la gente lo sappia. Il tempo è passato.

Tutta la bellezza di una vita non può essere ridotta in macerie per delle bugie. Questa è una follia.

Il cantante ha poi fatto diversi post su Instagram tra cui un frammento di una canzone, "I'm sorry and I love you", originariamente prevista per "Big colours"

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.