Franz Ferdinand, la recensione del concerto di Firenze

La meravigliosa location della Cavea del Maggio Musicale Fiorentino ha ospitato l’indie-rock, energico e coinvolgente, della band di Glasgow.

Franz Ferdinand, la recensione del concerto di Firenze

A un solo anno di distanza dall’ultimo live italiano del 2018, la band scozzese è tornata nel nostro paese per una tre giorni di concerti - nell'ordine Marostica, Cremona e Firenze. Giovedì 11 luglio la suggestiva location del Maggio Musicale Fiorentino, culla della musica lirica e non solo, ha ospitato per l’occasione un party a cielo aperto sonorizzato dalle note di Alex Kapranos - leader della band - e soci, che hanno suonato tutte le hit più conosciute del loro repertorio: vent’anni di carriera ripercorsi in 18 tracce per questa ultima tappa italiana.
La serata è stata inaugurata del trio californiano Mini Mansion, progetto indie rock nato dalla creatività di Tyler Parkford, voce e tastiere, Zach Daes al basso e dal leader del gruppo Michael Shuman voce e chitarra, meglio conosciuto per essere l’attuale bassista dei Queens of the Stone Age. Per questa unica data italiana, la band di Shuman ha ospitato alla batteria un’altro pezzo dei QOTSA, il batterista Jon Theodore, che con la sua potenza strumentale ha dato ancor più sostegno alle melodie eleganti e taglienti del terzetto losangelino. Poco più di mezz’ora di musica, molto apprezzata dai presenti.
Alle 22:00 in punto un urlo di benvenuto dei fan ha accolto l’ingresso on stage dei Franz Ferdinand. È bastato il pezzo di apertura “Jacqueline”, storico brano presente all’interno del disco d’esordio “Franz Ferdinand”, per caricare la folla fiorentina che non ha smesso di agitarsi per tutto il concerto. Lo stesso Kapranos subito dopo la conclusione del primo brano ha invitato i presenti ad avvicinarsi sempre più al piccolo stage costruito per la serata: di li in poi il concerto si è trasformato in un vero party rock sotto le stelle, rompendo così l’ordine e la compostezza richiesti dalla location - più conosciuta per opere liriche e classiche piuttosto che per eventi rock. “Walk Away” è stato il secondo brano cantato all’unisono con tutti i presenti, divertiti all’idea di essere a pochi centimetri dalla band. “Horizon”, “Right Action”, “Lucid Dreams” e la hit per eccellenza “Take Me Out” sono i brani eseguiti nella prima parte del concerto, tutti suonati ottimamente dal quintetto scozzese che non ha sbagliato in nessun punto della propria esibizione, sempre sul pezzo, con belle armonie sottolineate dalla presenza scenica coinvolgente di Kapranos, che non ha mia smesso di ringraziare il pubblico presente. “Ulysses” è stato il brano che ha concluso la prima parte del concerto. Dopo una breve interruzione la band è ritornata sul palco per salutare il pubblico con l'esecuzione di altri quattro brani: “Jacqueline”, "Take me out", “Love illumination”" e la conclusiva “This Fire”.


Antonio Ciruolo


Scaletta

    Walk Away
    Stand on the Horizon
    Glimpse of Love
    No You Girls
    Right Action
    The Dark of the Matinée
    Evil Eye
    Lucid Dreams
    Do You Want To
    Darts of Pleasure
    Michael
    Always Ascending
    Ulysses
    Bis:
    Jacqueline
    Take Me Out
    Love Illumination
    This Fire

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.