R. Kelly arrestato (di nuovo) a Chicago per delitti sessuali

La notizia è stata fornita dalla Polizia. Non ci sono per ora altri dettagli.
R. Kelly arrestato (di nuovo) a Chicago per delitti sessuali

Il rapper di Chicago è stato (di nuovo) arrestato. Non ci sono conferme da parte dell'entourage dell'artista, ma la notizia è stata fornita da fonti di polizia. Nuovi dettagli arriveranno in giornata: pare che R. Kelly sarà trasferito a New York.
Come Rockol ha puntualmente riferito, la vicenda delle accuse al rapper per comportamenti sessuali inappropriati era iniziata già parecchi anni fa, ma ha subìto un'accelerazione dopo la diffusione del documentario in sei puntate "Surviving R. Kelly", che metteva in fila le dichiarazioni di numerose donne nei confronti del musicista (che è già stato arrestato e rilasciato su cauzione). R. Kelly ha sempre respinto ogni accusa.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.