Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 11/07/2019

Assomusica: 'L'Agcom applici la legge contro il bagarinaggio online'

L'associazione dei promoter musicali italiani: 'Bene la lotta al secondary ticketing, ma il biglietto nominale va ripensato'

Assomusica: 'L'Agcom applici la legge contro il bagarinaggio online'

Dopo l'appello di TicketOne, che ha invitato l'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni ad applicare le leggi attualmente vigenti in materia di secondary ticketing, anche Assomusica, l'associazione di categoria che riunisce i promoter musicali italiani, ha invitato l'Agcom a mettere da parte gli indugi nel servirsi degli strumenti giuridici per combattere il bagarinaggio online.

"Finalmente l'intervento dell'autorità garante per le comunicazioni è una risposta concreta ai nostri esposti e ai nostri appelli per sconfiggere il secondary ticketing", ha dichiarato il presidente di Assomusica Vincenzo Spera: "Esiste una legge in vigore dall’1 gennaio 2017 che punisce chi mette in vendita, su Web e social network, biglietti per concerti ed eventi senza essere titolari dei sistemi per la loro emissione e a prezzi fortemente maggiorati rispetto a quelli ufficiali. Chiediamo con forza che questa legge venga fatta applicare a tutela dei consumatori e del nostro lavoro di imprenditori del mondo dei concerti di musica live".

"Siamo da sempre contro il bagarinaggio ma non vogliamo che un settore in crescita e che crea economia venga messo in difficoltà da provvedimenti insensati come il biglietto nominale obbligatorio introdotto dal 1 luglio scorso", ha concluso Spera: "Ci auguriamo si possa pensare a una soluzione alternativa prima che ci ritroviamo tutti di fronte a un caos ingestibile".