NEWS   |   Italia / 20/04/2005

I Modena City Ramblers: tutto sugli ‘Appunti partigiani’

I Modena City Ramblers: tutto sugli ‘Appunti partigiani’
“Appunti partigiani” è il titolo del nuovo progetto discografico dei Modena City Ramblers: Rockol ha incontrato la band per farsi raccontare la genesi di questo album.
Il gruppo tiene a precisare come la nuova fatica in studio sia un "proseguimento" dell’album “Materiale resistente” dei CSI, raccolta di brani inerenti alla Resistenza e interpretati da diversi gruppi italiani, tra cui anche i MCR.
“‘Appunti partigiani’”, ci spiega il cantante Cisco, “è nato dalla voglia di dare un seguito al progetto ‘Materiale resistente’, prodotto 10 anni fa dai CSI, e al quale abbiamo preso parte con la rilettura del brano ‘Bella ciao’”.
“Volevamo metterci in gioco in prima persona”, prosegue Cisco, “così abbiamo deciso di produrre questo album con l’aiuto di grandi nomi della musica italiana e non”.
Alla realizzazione del disco, infatti, hanno collaborato molti artisti italiani e non, tra cui Goran Bregovic, Francesco Guccini, Morgan dei Bluvertigo, Piero Pelù, Bandabardò, Paolo Rossi, Ginevra Di Marco, Moni Ovadia, La Casa del Vento, Bunna degli Africa Unite, Fiamma, Gang, Billy Bragg e il Coro delle Mondine.
“Alcuni cantanti, come ad esempio Luciano Ligabue”, prosegue Cisco, “non sono riusciti a cantare nel disco, ma hanno voluto comunque dare il loro contributo: nel libretto del CD sono infatti presenti dei racconti e degli scritti di Ligabue, di Giovanni Lindo Ferretti e di altri artisti”.
Nell'album sono contenute quindici canzoni che hanno come comune denominatore la Resistenza e il periodo della Seconda Guerra Mondiale, come ad esempio “Spara Jurij” dei CCCP con Paolo Rossi, “All you fascists” con Billy Bragg, “Viva l’Italia” con Morgan dei Bluvertigo e “Bella ciao” in una versione orchestrata e diretta da Goran Bregovic.
“Gli ospiti”, spiega il gruppo, “sono persone che abbiamo avuto il piacere di incrociare nel nostro cammino, o che ci hanno influenzato in modo particolare, come Francesco Guccini. I brani selezionati rimandano alla Resistenza e non sono casuali: sono tutte canzoni che hanno fatto da colonna sonora al nostro percorso di musicisti, come ad esempio ‘Spara Jurij’ dei CCCP”.
“Le collaborazioni”, prosegue Cisco, “sono state cercate e volute. Per ogni brano abbiamo pensato ad un artista, ed è stato un piacere per noi ricevere risposte positive: Moni Ovadia, per esempio, era in tour e ha fatto di tutto per raggiungerci e registrare ‘Oltre il ponte’. Anche Piero Pelù”, prosegue il cantante, “non riusciva a trovare un giorno da dedicarci, così ci è venuto a trovare una sera senza preavviso per realizzare con noi ‘La guerra di Piero’”.
In “Appunti partigiani” sono presenti un inedito dei MCR, “Il sentiero”, scritto appositamente per il progetto, ed uno scritto di Italo Calvino, “Oltre il ponte”: “Ci tenevamo particolarmente a questo brano”, spiegano i MCR, “E’ un testo di Calvino, un personaggio che ha vissuto in prima persona il periodo dei partigiani, e ha voluto tramandare con ‘Oltre il ponte’ le sue sensazioni. E' questo lo scopo di ‘Appunti partigiani’: far arrivare al nostro pubblico, per gran parte composto da giovani, gli episodi di quel periodo storico”.
Dopo questo album cambierà il repertorio dei MCR nei live? “Per ora non c’è nulla di definito”, spiega Cisco, “Certo qualcosa cambierà sicuramente, inseriremo anche alcuni dei brani contenuti in ‘Appunti partigiani’, ma un evento con tutti gli ospiti sarebbe impossibile da ricreare sul palco. Questo è un disco molto lento, e non sarà facile farlo rientrare nei nostri concerti ricchi di ballate popolari. Si potrebbe però pensare ad uno spettacolo teatrale”, prosegue il cantante, “dove le persone possano sedersi e gustarsi i brani dal vivo”.
Ci sarà un futuro per “Appunti partigiani”? “Per ora non ci pensiamo”, spiegano divertiti i MCR, “Ci piacerebbe che qualche gruppo, tra altri dieci anni, possa riprendere il nostro esempio e per primo quello dei CSI per creare un nuovo progetto… magari sugli anni Sessanta e sulle lotte popolari”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi