L’antologia “Ahi Maria 40th” racconta il Rino Gaetano privato

La nuova raccolta su 4 CD contiene un demo inedito di “Ahi Maria” e un libretto con i ricordi di famiglia e discografici

L’antologia “Ahi Maria 40th” racconta il Rino Gaetano privato

“Non è l’ennesima antologia di Rino Gaetano”, assicura Paolo Maiorino, direttore del catalogo Sony Legacy. Si riferisce a “Ahi Maria 40th. La raccolta definitiva di Rino Gaetano” che esce oggi su 4 CD (con libro di 40 pagine) e 2 LP. L’occasione è il quarantesimo anniversario della pubblicazione di “Ahi Maria”, che uscì nel 1979 all’interno del 33 giri “Resta vile maschio dove vai” e come retro di un singolo. Le tracce rimasterizzate in 192KHz/24bit coprono un po’ tutta la storia del cantautore scomparso nel 1981. Ci sono anche cover già edite di Giusy Ferreri, Daniele Silvestri, Gianluca Grignani, Simone Cristicchi, Fabrizio Moro e P.F.M., brani live e un demo molto grezzo e mai sentito prima di “Ahi Maria” (vedi la track list in fondo all’articolo). La novità? “Abbiamo provato a ricostruire la sua storia in modo diverso, cercando di capire l’uomo”.

“Il demo di ‘Ahi Maria’, che ci è stato concesso dalla famiglia di Gaetano, riveste una grande importanza” afferma Maiorino. “L’album che conteneva il pezzo fu registrato fra il Messico e Miami. Il demo risale a un paio di mesi prima della registrazione del disco e dimostra che le sonorità di ispirazione latina erano state concepite prima di andare in Messico”. Spesso considerata una canzone d’amore, “Ahi Maria” sarebbe invece una dedicata alla madre del cantante che si chiamava proprio Maria e che “non poteva mai essere rimpiazzata da nessuna altra donna, neanche la bionda in tutù che gli porta il caffè a letto, come recita il testo”.

Il valore aggiunto dell’antologia è costituito dal libretto del CD in cui Maiorino offre un ritratto dell’uomo prima ancora dell’artista. Lo fa con l’aiuto dei ricordi di chi ha conosciuto il cantante: la sorella Anna, i nipoti Alessandro e Maurizio (quest’ultimo parla per la prima volta dello zio), i discografici e amici Silvana Casato e Pierluigi Germini, che abitava vicino a Gaetano nel quartiere romano di Montesacro. “Conoscere l’uomo offre una diversa chiave di lettura delle canzoni”, afferma Maiorino.

Il Rino Gaetano di “Ahi Maria 40th” è un cantautore dotato di grande spirito d’osservazione e della capacità di trasfigurare le storie delle persone che lo circondano. Soffre però il confronto con cantautori considerati impegnati. “In vita fu clamorosamente sottovalutato. Provava rabbia nei confronti di chi lo etichettava come cantautore leggerino”. Era iscritto al Partito Comunista, ma “non poteva essere definito comunista convinto, gli piaceva invece poter esprimere la sua opinione al di là dei convincimenti ideologici, nella piena libertà di dire quello che pensava”.

Il terzo posto a Sanremo 1978 con “Gianna” gli assicurò una gran popolarità, ma finì per etichettarlo come cantante disimpegnato. Germini ricorda che, al festival, Gaetano avrebbe preferito presentare “Nuntereggae più”. Fu Vincenzo Micocci della IT a convincerlo della potenzialità di “Gianna”, un brano più melodico e leggero che allargò il suo pubblico e finì per identificarlo. “E lui ne soffriva moltissimo”, spiega Maiorino, “voleva essere apprezzato per qualcosa di diverso”. Grazie alla popolarità veniva invitato nei salotti della Roma bene. “Voleva elevarsi e migliorare la sua posizione nella scala sociale, ma poi spesso in quelle circostanze, in quei contesti si sentiva fuori luogo e finiva col volersene andare”.

Nel ritratto offerto da amici e famigliari, Gaetano è un uomo di parola “e purtroppo spesso è stato deluso proprio dalle persone più care, una costante nella sua vita. Era un sentimento di disillusione che confidava ai suoi amici più intimi e fedeli e a sua mamma”. E ancora: “credeva molto nei solidi principi e nella parola data e soffriva quando veniva puntualmente deluso e tradito da quegli amici che si rivelavano tali solo per opportunismo”.

Il libretto racconta anche quel che accade la mattina del 2 giugno 1981, quando arrivò la notizia dell’incidente stradale che uccise Rino Gaetano. La sorella del cantante fu avvisata alle prime ore dell’alba dalla madre che inizialmente la rassicurò dicendole che si era trattato di un incidente lieve. “Per un po’ tolsero la corrente elettrica nell’appartamento dei genitori per evitare che il papà, appena rientrato in casa dopo un periodo in ospedale, apprendesse la notizia dalla radio o dalla tv”.


TRACK LIST

CD 1
Gianna
Sfiorivano le viole
Supponiamo un amore
Spendi spandi effendi
Berta filava
E io ci sto
Resta vile maschio dove vai
E cantava le canzoni
Rare tracce
Mio fratello è figlio unico
Ad esempio a me piace il sud
A mano a mano
CD 2
Aida
Nel letto di Lucia
Metà Africa metà Europa
La festa di Maria
Cogli la mia rosa d’amore
E la vecchia salta con l’asta
Ahi Maria
Nuntereggae più
Escluso il cane
Su e giù
A Khatmandu
Aida (Q Concert)
CD 3
Ma il cielo è sempre più blu
Visto che mi vuoi lasciare
Io scriverò
Fontana chiara
Rosita
Tu, forse non essenzialmente tu
Anche questo è sud
Ping pong
I tuoi occhi sono pieni di sale
Solo con io
Le beatitudini
Aida (Live) (interpretato da Tour In Città Band)
CD 4
Ma il cielo è sempre più blu (interpretato da Giusy Ferreri)
Sfiorivano le viole (interpretato da Daniele Silvestri)
Aida (interpretato da Gianluca Grignani)
Le beatitudini (interpretato da Simone Cristicchi)
Escluso il cane (interpretato da Fabrizio Moro)
E cantava le canzoni (interpretato da P.F.M.)
Mio fratello è figlio unico (live) (interpretato da Rino Gaetano & I Crash)
E Berta filava (Live)
Spendi spandi effendi (live)
Ma il cielo è sempre più blu (Live) (interpretato da Rino Gaetano & I Crash)
Aida (Live)
Ahi Maria (demo)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.