Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 26/06/2019

Laura Pausini e Biagio Antonacci, al via da Bari il tour: 'Nato sotto il segno dell'amicizia'

Abbiamo incontrato il duo nella data iniziale del giro di concerti che molto probabilmente diventerà anche un film. Tra successi e omaggi "pop": come quello a Freddie Mercury.

Laura Pausini e Biagio Antonacci, al via da Bari il tour: 'Nato sotto il segno dell'amicizia'

Lo spirito è quello di un ritorno alle origini, al piano a bar, con due amici che cantano insieme i loro successi per le persone che gli hanno permesso in questi anni di diventare due stelle del pop italiano (e nel caso della Pausini, anche internazionale). Solo che a fare da sfondo ai concerti non c'è il pubblico dei piano bar, ma una platea più vasta: "Non c'è niente di studiato in quello che stiamo facendo", assicurano Laura Pausini e Biagio Antonacci nell'incontro con la stampa prima del concerto di apertura del tour, a Bari, ieri, 26 giugno. "Non lo abbiamo mai fatto, in realtà. Però quando ci sono dei duetti o quando ci sono proposte come la nostra c'è sempre un ragionamento che viene fatto a priori. Non è così in questo caso". Il duo suggella la lunga amicizia con un tour negli stadi che si appresta a diventare anche un film.

Il primo incontro nel 1993, nei corridoi del Teatro Ariston di Sanremo. Antonacci, sulle scene già da qualche anno, è in gara tra i big con "Non so più a chi credere". La Pausini, invece, cresciuta nei locali intorno a Solarolo sotto lo sguardo di suo padre Fabrizio, cantante di pianobar, è una debuttante assoluta: il successo di "La solitudine" farà di quella timida ragazza della provincia romagnola un'ambasciatrice della musica italiana all'estero. Sette anni dopo, uno scenario diverso: la Pausini è una popstar affermata, con una decina di milioni di copie vendute a livello internazionale. Antonacci, invece, che ha da poco pubblicato "Mi fai stare bene" (l'album della grande hit "Iris"), è al massimo del successo. "Tra te e il mare" è il primo frutto di una collaborazione che verrà portata avanti negli anni, tra dischi e duetti: fino al singolo in duetto "In questa nostra casa nuova", anticipazione del tour negli stadi.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/ALUf_f6IH8prpooO3khZDl4Guiw=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/laura-biagio-stadi-2019-foto-di-giovanni-canitano-7.JPG
Il concerto è esattamente quello che ci si aspetta da Laura Pausini e Biagio Antonacci: uno spettacolo pop. A partire dalla scaletta, che mette insieme i più grandi successi della cantante romagnola e del cantautore di Rozzano, una cinquantina di pezzi in totale. L'apertura con "Un'emergenza d'amore" e "Liberatemi", poi - una dietro l'altra - "Resta in ascolto", "Non è mai stato subito", "Ti penso raramente", "Sognami", "Una storia che vale". E naturalmente "La solitudine", "Strani amori", "Come se non fosse stato mai amore", "Se io, se lei", "Iris", "Quanto tempo e ancora", "Non vivo più senza te". Fino alla chiusura, affidata proprio a "Tra te e il mare": quasi a voler tornare lì dove tutto ebbe inizio, ormai quasi vent'anni fa. La Pausini e Antonacci sono sempre presenti sul palco: oltre a cantare i rispettivi successi, duettano e si "scambiano" alcune canzoni. "La scaletta è il principio per cui facciamo questo concerto: siamo due amici, e tra amici non c'è rivalità. Questo non è solamente un concerto. Ovviamente la musica regna sovrana in questo concerto, ma sul palco accadono anche cose lontane dal solito concerto". Due i direttori musicali, uno per la cantante (il chitarrista Paolo Carta) e uno per il cantautore (il chitarrista Massimo Varini), che guidano una band composta da sedici musicisti: ne fanno parte Placido Salamone (chitarra), Fabio Coppini (tastiere), Gareth Brown (batteria), Roberto Gallinelli (basso), Ernesto Lopez (percussioni), Yuri Barilaro (tastiere), oltre ai coristi Claudia D'Ulisse, David Blank, Gigi Fazio e Roberta Granà e al quartetto d'archi di Giulia Monti, Francesca Musnicki, Caterina Coco e Giulia Sandoli.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/a1uxFHCq1d2XignIUP99wEQjhGk=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/laura-biagio-stadi-2019-foto-di-giovanni-canitano-1.JPG
La direzione artistica è di Luca Tommassini, già collaboratore di star internazonai come Diana Ross, Prince, Janet Jackson, Kylie Minogue e Michael Jackson, e in Italia Claudio Baglioni, Giorgia, Elisa e Marco Mengoni: "È attento e pieno di idee. Non tutti i direttori artistici sono così. Ha dato un tocco internazionale allo show", dicono in coro la Pausini e Antonacci. Tommassini ha condito lo spettacolo con una serie di riferimenti pop che, tra le altre cose, vedono i due cantanti omaggiare anche Charlie Chaplin (Antonacci) e Freddie Mercury (Pausini). Vedere la voce di "Strani amori" indossare una giacca gialla che richiama quella indossata da Mercury nel "Magic tour" dei Queen potrebbe far storcere il naso ai rockettari: "All'inizio ero un po' scettica", mette le mani avanti lei, che a margine della presentazione del tour ha annunciato di volersi prendere una pausa dalla musica una volta terminato l'impegno con Antonacci, "l'abbiamo provata, ci è piaciuta e alla fine abbiamo deciso di inserirla nello spettacolo. Freddie Mercury è un riferimento importante, è stata una di quelle persone che non hanno avuto paura a mostrarsi per quello che erano". "Ci ho messo tanto a convincerli, Laura e Biagio non se la sentivano di 'toccare' personaggi così importanti", conferma il coreografo.

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/vjbPJJNQfut8synrpauwQPpRMos=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/laura-biagio-stadi-2019-foto-di-giovanni-canitano-6.JPG
La preproduzione dello spettacolo è stata ospitata dalla Fiera di Roma, dove sono stati girati anche alcuni filmati che assemblati andranno a comporre un documentario: una piccola parte verrà mostrata sugli schermi degli stadi prima dell'inizio dei concerti. Un racconto più ampio del dietro le quinte del tour dovrebbe arrivare al cinema come evento speciale nei prossimi mesi: "Di materiale ne stiamo girando tantissimo, tra backstage e altre pillole", anticipa F&P, la società che cura l'attività dal vivo dei due cantanti e che ha organizzato il tour negli stadi.

Dopo Bari, tour farà tappa a Roma (Stadio Olimpico, 29 giugno), Milano (San Siro, 4 e 5 luglio), Firenze (Stadio Artemio Franchi, 8 luglio), Bologna (Stadio Dall'Ara, 12 luglio), Torino (Stadio Olimpico, 17 luglio), Padova (Stadio Euganeo, 20 luglio), Pescara (Stadio Adriatico, 23 luglio), Messina (Stadio Sn Filippo, 27 luglio) e Cagliari (Fiera, 1° agosto). Non ci saranno ospiti, assicurano Pausini e Antonacci: "Ci siamo noi. Bastiamo, e forse avanziamo anche", sorridono.

SCALETTA:
"Un'emergenza d'amore"/"Liberatemi"
"Resta in ascolto"
"Non è mai stato subito"
"Il coraggio di andare"
"E.STA.A.TE"
Medley: "Sappi amore mio/Tu sei bella/Le cose che hai amato di più/Non ci facciamo compagnia/Mi fai stare bene"
"Ti penso raramente"
"Sognami"
"Una storia che vale"
"Lato destro del cuore"
"La geografia del mio cammino"/"Le cose che vivi"
Medley: "La solitudine/In assenza di te/Incancellabile/Strani amori/Simili"
"Se io, se lei"
"Pazzi di lei"
"Buongiorno bell'anima"
"Se non te"
"Non ho mai smesso"
"Frasi a metà"
"Primavera in anticipo"
"Se è vero che ci sei"
"In una stanza quasi rosa"
"Ritorno ad amare"
"Convivendo"
Medley: "Se tornerai/Sei/L'amore comporta/Ti ricordi perché"
Medley: "Ho creduto a me/Il mio sbaglio più grande/Fidati di me"
"Non è detto"
"Quanto tempo e ancora"
"Vivimi"
"Come se non fosse stato mai amore"
"Iris"
"In questa nostra casa nuova"
"Non vivo più senza te"
"Invece no"
"Tra te e il mare"

Scheda artista Tour&Concerti
Testi