Mark Knopfler ricorda di quando chiamò Sting per "Money for Nothing"

L'allora frontman dei Dire Straits pensò che se avesse coinvolto l'allora frontman dei Police nella realizzazione di "Money for Nothing" sarebbe stato perfetto. Come è andata è sotto gli occhi di tutti.

Mark Knopfler ricorda di quando chiamò Sting per "Money for Nothing"

Mark Knopfler è stato intervistato da Uncle Joe Benson nel suo programma radiofonico Ultimate Classic Rock Nights e ha ricordato, tra le altre cose, di quando incise “Money for Nothing” insieme a Sting, allora ancora membro dei Police.

Ha detto Knopfler:

"Avevo visto i Police fare un annuncio pubblicitario su MTV, dove dicevano insieme, ‘I want my MTV’. Pensai: ‘Se lo metto con le note di “Don’t Stand So Close to Me” funzionerà’. Ricordo di aver detto ai ragazzi: ‘Mi piacerebbe davvero che Sting la facesse’. Li conoscevamo perché avevamo fatto un sacco di concerti insieme in Germania. Uno di loro disse: ‘Va bene, è qui in vacanza’”.

Ricorda ancora di aver sentito che quell'idea era ‘perfetta’ per la voce di Sting:

"E poiché avevo usato le cinque note di “Don’t Stand So Close to Me”, così che c’è stata la co-scrittura. Che va bene; mi è assolutamente andata bene e ha funzionato molto bene. Mi ricordo chiaramente che Sting entrò nello studio e disse, 'Cosa c'è che non va?' E io dissi, 'Cosa vuoi dire?' Ha detto, 'Nessuno sta combattendo!'".

Knopfler è stato però contento di non aver dato il proprio contributo alla realizzazione del video, un video che è stato premiato e che è stato tra i primi ad essere creato a computer:

"E’ una buona cosa che non abbia mai avuto niente a che fare con il video!"

“Money for Nothing” è inclusa nel quinto album dei Dire Straits pubblicato nel 1985, “Brothers in Arms”. Il disco ha venduto oltre 30 milioni di copie.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.