La Gibson cita in giudizio Dean Guitars

Lo storico marchio di chitarre non ci sta e cita in giudizio, per voce dell'amministratore delegato James "JC" Curleigh, il gruppo di proprietà di Armadillo Distribution Enterprises, accusandolo di violazioni del marchio e di concorrenza sleale.

La Gibson cita in giudizio Dean Guitars

L’amministratore delegato di Gibson Brands Inc., che poco meno di un anno fa ha preso il posto lasciato vacante da Henry Juszkiewicz, James "JC" Curleigh, ha citato in giudizio la concorrente casa produttrice di chitarre Dean Guitars, accusando la società di violazioni del marchio e di concorrenza sleale. Lo storico marchio di chitarre accusa, nello specifico, Dean Guitars di aver copiato diverse forme che sono veri e propri marchi di fabbrica della Gibson, citando, ad esempio, la Flying V, l’Explorer e le chitarre ES e SG. Non solo: Curleigh accusa il gruppo di proprietà di Armadillo Distribution Enterprises di lasciare intendere ai suoi potenziali clienti che ci sia una qualche forma di affiliazione tra la Gibson e Dean Guitars. In tutta risposta, Armadillo nega quanto reclamato dall’iconico marchio: “Crediamo che le affermazioni della Gibson siano infondate e ci difendiamo con vigore”, è stata la replica. E ancora: “Come orgogliosi proprietari di alcuni dei marchi più famosi nel settore musicale, rispettiamo e apprezziamo i diritti di proprietà intellettuale degli altri. Ma riconosciamo anche che alcune cose sono troppo comuni e basilari per una società per essere rivendicate come sua proprietà”.

Armadillo ha poi fatto notare come alcune delle forme indicate dalla Gibson sarebbero utilizzate da Dean Guitars da oltre quarant’anni, spiegando così il suo punto di vista: “Altre compagnie di chitarre hanno usato per decenni le forme comuni che la Gibson ora vuole rivendicare come un diritto esclusivo”. Non sarebbe la prima volta che l’azienda statunitense chiede a Dean Guitars di fare un passo indietro: già nel 2017, ricorda il testo rivolto al gruppo, la Gibson aveva inviato una lettera con le sue ragioni.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.