Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 18/06/2019

Merlin, aumento record nei ricavi delle etichette indipendenti

Anche grazie alla vendita di azioni Spotify, tra il marzo 2018 e il marzo 2019 Merlin ha versato alle etichette indipendenti che rappresenta la cifra mai raggiunta di 845 milioni di dollari.

Merlin, aumento record nei ricavi delle etichette indipendenti

Merlin, l’agenzia globale per i diritti digitali relativi al settore delle etichette indipendenti, ha reso pubblico il cosiddetto Membership Report & Survey del 2019, dal quale emerge che il gruppo nei dodici mesi fino al 31 marzo di quest’anno ha potuto distribuire alle label indipendenti il 63,1% in più rispetto all’anno precedente, per un totale di 845 milioni di dollari rispetto ai 518 del periodo precedente. Il balzo in avanti dipende anche dagli oltre 130 milioni di dollari arrivati dalla vendita di azioni Spotify ottenuta grazie dall'accordo di licenza che Merlin è riuscita a pattuire.

"Sono lieto di annunciare un altro aumento record nei pagamenti per i nostri membri globali", ha dichiarato con un comunicato Charles Caldas, CEO di Merlin, proseguendo: "Particolarmente gratificante è l'inclusione di più di 130 milioni di dollari in denaro che i nostri membri non avrebbero avuto se non fosse stato per la formazione di Merlin. Si tratta di entrate significative che sottolineano il valore crescente che Merlin apporta alla nostra membership globale". Queste invece le parole del direttore finanziario di Merlin, Helen Alexander: "Ogni centesimo che Merlin ha ricevuto dalla vendita di azioni Spotify è stato distribuito rapidamente, proporzionato sulla base di ogni traccia e con il 100% di trasparenza”.

La crescita di Merlin prescinde dalla vendita delle azioni Spotify, dal momento che anche escludendo tali entrate i ricavi totali di Merlin derivanti dagli ascolti delle sue etichette e dei suoi artisti fruiti attraverso servizi digitali on-demand sono cresciuti fino ad arrivare a circa 715 milioni di dollari nel periodo che va da marzo 2018 a marzo scorso, una crescita di circa 200 milioni (38%) rispetto all’anno precedente. Andando poi a considerare anche le entrate di Merlin del 2014, 2015 e 2016, in un periodo totale di cinque anni – dal 2014 al 2018 – l’agenzia ha versato alle etichette indipendenti un totale di 2,086 miliardi di dollari. Per quanto riguarda la distribuzione del denaro, fa sapere sempre Merlin nel suo documento, per spartire il primo miliardo ci sono voluti nove anni, mentre per spartire il secondo miliardo solo 18 mesi.

Attualmente Merlin rappresenta etichette indipendenti in 63 paesi, dopo l’ingresso nel corso dell’anno di 141 nuove label. In mancanza della rappresentanza totale di quest’anno guardiamo alle cifre dell’anno precedente, quando l’agenzia aveva divulgato il numero di 20mila etichette e 800 società, per 55 paesi.