Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 12/06/2019

Il disastro alla UMG: la compagnia si difende dalle accuse

La casa di produzione musicale e cinematografica risponde all'inchiesta del New York Times.

Il disastro alla UMG: la compagnia si difende dalle accuse

Dopo le reazioni degli artisti, allarmati dall'inchiesta pubblicata dal New York Times, sull'incendio che nel giugno del 2008 distrusse il capannone utilizzato dalla UMG come archivio dei master, causando la presunta perdita di molte registrazioni originali degli artisti passati per il roster di Universal Music e delle etichette controllate dalla stessa, arriva ora il commento della stessa casa di produzione cinematografica e musicale.

Universal Music Group ha risposto all'inchiesta del quotidiano newyorkese attraverso un comunicato stampa con il quale ha fatto sapere che per quel che riguarda la compagnia il report conterrebbe alcune inesattezze.

Secondo la società, alcuni vincoli contrattuali impedirebbero a UMG di rendere noti alcuni dettagli della vicenda: ad ogni modo, è il parere di Universal, l'inchiesta del New York Times si baserebbe su informazioni errate circa la portata dell'incidente.