Liam Gallagher, gli alieni e la forfora (usata come droga)

Le prima anticipazioni del documentario 'As It Was' riportate dalla stampa britannica ci regalano un ex leader degli Oasis in forma smagliante

Liam Gallagher, gli alieni e la forfora (usata come droga)

Le principali testate britanniche stanno riportando diversi estratti da "As It Was", il documentario incentrato sul ritorno alla musica da solista di Liam Gallagher dopo lo scioglimento degli Oasis e l'esperienza coi Beady Eye distribuito in Irlanda e Regno Unito a partire dallo scorso venerdì, 7 giugno. Tra i report più interessanti spicca quello del Sun, che - a beneficio del pubblico internazionale, che ancora non ha la possibilità di vedere il film - ha messo in fila alcuni dei passaggi più curiosi contenuti nel lungometraggio diretto da Charlie Lightening e Gavin Fitzgerald.

Il tabloid britannico, più che concentrarsi sull'aspetto musicale del lavoro, ha scelto di giocare facile, offrendo ai propri lettori in selezione di sparate firmate dal fratello minore di Noel piuttosto inverosimili. La prima riguarda il rapporto con le droghe. Nel documentario Liam ammette non solo di aver sniffato cocaina, ma anche la sua stessa pelle, nella convizione di poterne trarre qualche effetto. "Avevo la psoriasi, e la gente pensava che [i piccoli frammenti di pelle morta che avevo sui vestiti] fosse cocaina. Pensava che mi grattassi la testa e che me la strofinassi sulle gengive o la sniffassi e tutta quella merda lì, e allora io l'ho fatto davvero. Ma non è successo niente".

In un altro passaggio del documentario, il frontman mancuniano sostiene di aver avuto la convinzione - nel periodo in cui era solito dedicare più energia alla sua linea di abbigliamento Pretty Green che non all'attività musicale - di avere poteri quasi divini: "Ho sempre creduto di essere un semidio, dal cazzo di giorno in cui sono nato", ha spiegato Liam, "Pensavo che, nel venire colpito da un fulmine, avessi potuto fermarlo solo fissandolo".

La dichiarazione più curiosa, tuttavia, Liam l'ha riservata alla nascita della band che, insieme a suo fratello Noel, l'ha reso una star mondiale, gli Oasis. Ricordando le primissime fasi della carriera del gruppo, Liam ha osservato: "C'era qualche cazzo di attività su quello che stavamo facendo con la band, e noi non ce ne stavamo accorgendo. Se siano stati alieni o spiriti, non lo so. La cosa certa è che noi avremmo sicuramente dato vita a questo gruppo di fama mondiale. Qualcuno aveva dei piani, per noi".

Solo qualche giorno fa Liam aveva accusato il fratello Noel di avergli impedito di usare le canzoni degli Oasis nella produzione del documentario "As It Was": "Penso che la musica degli Oasis sia tutto ciò che gli sia rimasto. Lasciamolo andare avanti con quello", ha commentato il cantante, "['As It Was'] Suona bene anche senza le canzoni degli Oasis, penso stia in piedi comunque".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 feb
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.