Rolling Stones, avanti tutta: la pensione non è un'opzione

Keith Richards spiega perché la corazzata rock di 'Sympathy for the Devil' non ha nessuna intenzione di tirare i remi in barca, nonostante l'età e qualche acciacco...
Rolling Stones, avanti tutta: la pensione non è un'opzione

Lo scorso mese di novembre Keith Richards aveva messo in allerta fan e appassionati parlando del "prossimo tour dei Rolling Stones" - la branca nordamericana che sarà inaugurata il prossimo 21 giugno a Chicago e che terminerà il 31 agosto successivo a Miami - come della potenziale ultima sortita sulle scene live della gloriosa formazione di "Exile on Main St.".

Intervistato lo scorso venerdì, 7 giugno, dal Toronto Sun, lo storico partner creativo di Mick Jagger ha rilasciato nuove dichiarazioni in merito a un eventuale ritiro dalle scene che contraddicono le precedenti, più possibiliste nei confronti di un'eventuale pensionamento degli Stones. "Ah, ecco, quella domanda", ha risposto Richards, divertito, al cronista che l'ha incalzato circa l'annosa questione della cessazione definitiva delle attività: "Nel caso, ti assicuro che sarò l'ultimo a saperlo. Stiamo bene. Amiamo quello che facciamo. Davvero, non c'è ragione di fermarsi. Amo tutto ciò che faccio. E davvero non vedo l'ora di farlo".

Anche i recenti problemi di salute di Mick Jagger non paiono aver costretto Richards a porsi il problema di un futuro capolinea: "[Mick] Si è lasciato alle spalle questo periodo molto facilmente. E' in grande forma. Non mi pare che abbia vissuto quello che gli è successo come un problema".

La band, nonostante i 57 anni di attività sulle spalle, ha ancora energia da vendere. Lo stesso Richards ha ammesso che lo show che sarà presentato a giorni al pubblico nordamericano non sarà una fotocopia di quello che già caratterizzò le branche precendenti del No Filter Tour, partito nel settembre del 2017 da Amburgo, in Germania: "In questi giorni stiamo provando, stiamo facendo 'manutenzione'", ha spiegato l'artista, "Tutto sta venendo molto bene, sì. Stiamo apportando un po' di cambiamenti alla scaletta, provando a inserire anche canzoni meno conosciute, roba degli Stones che non suoniamo da vent'anni. Vedrete, sarà interessante".

Dall'archivio di Rockol - Quella volta che i Rolling Stones subirono un attentato terroristico...
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.