Classifiche UK: continua il regno di Tony Christie, Mariah Carey 4, New Order 5

Classifiche UK: continua il regno di Tony Christie, Mariah Carey 4, New Order 5
Continua incontrastato il regno di Tony Christie al vertice delle classifiche britanniche. Il veterano cantante si riconferma infatti al primo posto sia tra i singoli, con "(Is this the way to) Amarillo", pezzo il cui originale apparve oltre trent'anni fa, sia tra gli album, con la compilation "Definitive collection". Sono ben diciassette le nuove entrate nella Top 40 dei singoli, e la prima di esse, c'era quasi da giurarci, è costituita dall'ennesima ripubblicazione di Elvis Presley. Questa settimana è il turno di "(You're the) Devil in disguise", un numero uno del King nell'estate 1963. In quel periodo, con la montante Beatlemania, Elvis non avrebbe avuto un altro 45 giro al top per due anni. Finora il programma di ripubblicazione elvisiano ha prodotto 3 numeri uno, 6 numeri due, 3 numeri tre ed 1 numero 5. Altri quattro e poi l'operazione sarà conclusa. "Devil in disguise" è seconda, con "Let me love you" di Mario che scende dal 2 al 3. Al 4 entra "It's like that" di Mariah Carey. Per la diva USA si tratta della sua prima entrata in Top 5 dai tempi di "Against all odds" con i Westlife. Correva l'anno 2000. "Candy shop" di 50 Cent arretra dal 4 al 5. Al 6 debutta "Giving you up" di Kylie Minogue, secondo ed ultimo brano nuovo contenuto nella compilation "Ultimate Kylie". "All about you/You've got a friend" dei McFly passa dal 3 al 7, "Switch" di Will Smith dal 6 all'8. Penultima new entry in Top 10 è, sul nono scalino, "Time to grow" di Lemar, ex concorrente di "Fame Academy" su BBC. Ultima nuova entrata è "Negotiate with love" di Rachel Stevens, ex S Club 7 ed ora alla ricerca, tra alti e bassi, di una sua carriera solista. Le prime tre posizioni della classifica dei download sono "Dakota" (1) degli Stereophonics, "Oh my God" (2) dei Kaiser Chiefs e "Get right" (3) di Jennifer Lopez.
Per quanto riguarda gli album, dopo il CD di Tony Christie sale dal 3 al 2 "The singles" dei Basement Jaxx. Il disco del duo scambia posizione con "Language. Sex. Violence. Other" degli Stereophonics, che scende dal 2 al 3. Risale leggermente (4) "The massacre" di 50 Cent, mentre "Waiting for the sirens' call" dei New Order, forse perché stavolta non supportato da un singolo forte, deve accontentarsi di un esordio sulla quinta piazza. Stabile al 6 l'omonimo del gruppo popera G4, stabile anche, al 7, "Love. Angel. Music. Baby" di Gwen Stefani. Scende dal 4 all'8 "Lullabies to paralyze" dei Queens Of The Stone Age. Continua, lenta ma inarrestabile, l'ascesa della cantautrice gallese Jem: dopo una lunga rincorsa, questa settimana il suo "Finally woken" fa il suo ingresso in Top 10 al numero 9. Chiude "Hot fuss" dei Killers. "Lost and found" di Will Smith debutta al 15, il "Best of" di Brandy al 24.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.