David Crosby spiega come sopravvivere alla prigione

Il cantautore californiano ha inaugurato una rubrica dove dispensa consigli a quanti si prenderanno la briga di scrivergli.
David Crosby spiega come sopravvivere alla prigione

Il magazine statunitense Rolling Stone ha ingaggiato David Crosby per la loro nuova rubrica video ‘Ask Croz’, dove si può vedere il noto musicista californiano rispondere alle domande inviate via lettera dal pubblico.

Introducendo il primo episodio Crosby ha detto:

“Penso sia molto divertente che qualcuno mi chieda un consiglio su qualcosa, perché sono un po’ pazzo. Ma se lo fai, ti prometto che risponderò. Non ti garantisco che ti piacerà la risposta”.

Tra le lettere giunte a Croz, quella di una persona il cui fratello è finito in prigione per un reato legato alla droga, Crosby che fu condannato a cinque anni nel 1983, risponde così:

"Nessuno è fatto per la vita là dentro. Fidati di me, io ci sono stato. Digli di pensare ai fatti suoi. Un sacco di persone in galera cercano di battersi, perché non hanno nient'altro da fare".

E aggiunge, su quell'esperienza:

"Ha cambiato la mia vita, è così che ho dato un taglio alle droghe... Il peggior modo possibile per finire con la droga è in prigione. Non ti danno neanche l'aspirina, ti guardano e se ne vanno, ‘Ehi, rockstar, come ti senti?’ Non è stato divertente".

Un sedicenne scrive a Crosby di soffrire di ‘terrore esistenziale’. Ecco la risposta:

"La paura della morte a 16 anni, stai scherzando! Non puoi avere paura della morte a 16 anni. Quando avrai 60 anni potrai avere paura della morte. Io ho paura della morte. Io ho 77 anni, a 16 non devi avere paura della morte, mi dispiace, non sei qualificato. Ti prometto che un giorno potrai. Per ora potresti interessarti a cose più divertenti".

Dall'archivio di Rockol - "In my dreams" (Live in Milano)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.