Mark Ronson ricorda Amy: 'Scrisse quella canzone in dieci minuti'

Il produttore, che collaborò con la cantautrice per "Back to black", ricorda il loro rapporto e la genesi di una delle sue più belle canzoni.

Mark Ronson ricorda Amy: 'Scrisse quella canzone in dieci minuti'

Da quando ha smesso di fare dj set nei club newyorkesi e si è messo a fare il produttore, Mark Ronson ha avuto modo di collaborare con i giganti del pop e del rock internazionale: c'è il suo zampino in dischi come "Back to basics" di Christina Aguilera, "Rudebox" di Robbie Williams, "19" di Adele, "All you need is now" dei Duran Duran, "Unorthodox jukebox" di Bruno Mars, "New" di Paul McCartney, "Joanne" di Lady Gaga e "Villains" dei Queens of the Stone Age. Ma la collaborazione che di fatto ha rappresentato una svolta per il musicista londinese, tanto dal punto di vista economico quanto - soprattutto - dal punto di vista emotivo, è stata quella con Amy Winehouse per l'album "Back to black", che nel 2006 grazie a hit come la stessa "Back to black" o "Rehab" portò il nome della cantautrice britannica (e del produttore) in cima alle classifiche mondiali.

Ronson ha sempre ricordato con particolare affetto il sodalizio con Amy, con la quale tornò a collaborare anche dopo il successo di "Back to black" ("Lioness: hidden treasures", l'album postumo della Winehouse, conteneva alcuni brani ai quali Amy aveva lavorato insieme al produttore). È tornato a parlarne in una recente intervista concessa al "Sun":

"Niente sarà più importante o più amato di 'Back to black'. Amy è stata la prima persona con la quale ho davvero lavorato, la più onesta e la più talentuosa".

Il produttore ha ricordato anche la genesi della canzone che diede il titolo all'intero album, ispirata alla tormentata storia d'amore tra Amy Winehouse e il suo fidanzato dell'epoca, Blake Fielder-Civil:

"Scrisse 'Back to black' in dieci minuti. Quello che ho fatto io è stato semplicemente trovare un buon arrangiamento per aiutarla ad ottenere successo senza dover tribolare come stava tribolando Amy. Solo ora mi rendo conto di quanto fosse incredibile. Era un capolavoro. Se c'è qualcuno che merita di essere chiamato 'genio', quella è Amy".

Mark Ronson spedirà nei negozi il prossimo 21 giugno il suo nuovo album "Late night feelings": anticipato dai singoli "Nothing breaks like a heart", "Late night feelings" (con Lykke Li), "Don't leave me lonely" (con Yebba) e "Find U again" (con Camila Cabello), l'album arriva distanza di quattro anni dal precedente "Uptown special".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.