NEWS   |   Industria / 30/05/2019

Cisac, SIAE confermata nel cda

La Società Italiana Autori ed Editori resta nel consiglio di amministrazione della Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori

Cisac, SIAE confermata nel cda

L’Assemblea Generale di CISAC, la Confederazione Internazionale delle Società di Autori e Compositori, riunita a Tokyo, ha confermato SIAE tra le venti società che faranno parte del consiglio di amministrazione dell'ente per il triennio 2019-2022: lo riferisce, in una nota, la stessa SIAE. Oltre al Board of Directors, SIAE è stata eletta all’interno dell’EGC (Executive Governance Committee).

“È il risultato del lavoro svolto in questi anni dalla nostra Società e la conferma, anche a livello internazionale, del ruolo e delle posizioni che le competono”, ha commentato il dg di SIAE Gaetano Blandini, dalla capitale giapponese, a margine dell’Assemblea appena conclusasi.

I lavori sono stati organizzati dalla Japanese Society for Rights of Authors, Composers and Publishers (JASRAC), che ospita l’evento in occasione dei suoi 80 anni di attività.

L’Assemblea Generale, aperta dal saluto del Primo Ministro del Giappone Shinzō Abe, ha visto la partecipazione di oltre 250 tra autori e direttori, in rappresentanza di tutti i repertori e di tutte le aree geografiche.

Alla guida del Board CISAC è stato designato Marcelo Castello Branco della brasiliana UBC; Asaishi Michio di JASRAC and Patrick Raude della francese SACD ricopriranno invece la carica di vice-presidenti.

Oltre a SIAE, faranno parte del Board le società di autori APRA (Australasia), ARTISJUS (Ungheria), ASCAP (USA), Bildupphovsrätt (Svezia), BMI (USA), GEMA (Germania), JASRAC (Giappone), KOMCA (Repubblica di Corea), LIRA (Paesi Bassi), ONDA (Algeria), PRS for Music (Regno Unito), SACD (Francia), SACEM (Francia), SACM (Messico), SADAIC (Argentina), SAMRO (Repubblica Sudafricana), SOCAN (Canada), UBC (Brasile) e VEGAP (Spagna).

Nelle ultime ore Cisac ha ufficializzato la sospensione per un anno - tuttavia revocabile a discrezione del consiglio - di SGAE, la società spagnola di collecting coinvolta nell'ultimo anno in uno scandalo che ha avuto per protagonisti alcuni associati di spicco della stessa.