Primavera sound, una guida alla line-up (1 / 3)

tre percorsi ideali per il festival: uno per chi vuole vedere le popstar sui palchi principali; uno per i più tradizionalisti; uno per chi vuole fare nuove scoperte lontano dalle folle

Primavera sound, una guida alla line-up

Fino al 2 giugno, Barcellona ospita come di consueto il Primavera Sound. I concerti al Parc del Forum si tengono dal 30 maggio al 1 giugno, mentre iniziative e live paralleli avranno luogo in città (Primavera a la ciutat) per il resto della settimana. Il sottotitolo di quest'anno è The New Normal perché gli organizzatori si sono impegnati a stilare una lineup al 50% femminile. Ne è uscito fuori un cartellone, se possibile, ancora più ricco degli altri anni. Evitare le sovrapposizioni è durissimo (con dolore dovrò scegliere, per esempio, se sentire Solange o Neneh Cherry, che si esibiscono alla stessa ora) e propongo qui tre percorsi ideali: uno per chi vuole vedere le popstar sui palchi principali; uno per i più tradizionalisti (e/o nostalgici di quel Primavera indie che, a cercarlo bene, esiste ancora); uno per chi vuole fare nuove scoperte lontano dalle folle.
(Pop Topoi)

 

PERCORSO SUPERPOP

Christine & The Queens
30 maggio, 21:10, Palco Primavera
Dopo avere annullato il Coachella per motivi famigliari, Héloïse Letissier è ripartita in tour ed è pronta per trasformarsi nuovamente nel suo alter-ego Chris.
Perché esserci? Perché è uno spettacolo di musica e danza studiato nei minimi dettagli. 

Charli XCX
30 maggio, 01:55, Palco Primavera
Tra megahit e mixtape sperimentali, nessun artista negli ultimi anni ha ampliato i confini del pop quanto Charli XCX, che arriva al Primavera fresca di tour con Taylor Swift.
Perché esserci? Per scoprire se in Spagna “I Love It” è più o meno big che in Germania.

 

FKA twigs 
30 maggio, 02:50, Palco Ray-Ban
Twigs torna al Primavera dopo il suo folgorante esordio sul palco Pitchfork nel 2014 e fa un meritato upgrade al palco più suggestivo del Parc. Questo è il primo festival del suo tour estivo.
Perché esserci? Per sentire in anteprima il nuovo album e vedere se si esibisce nella pole dance come nel video di “Cellophane”.

 

Carly Rae Jepsen
31 maggio, 20:30, Palco Seat
La popstar canadese più di nicchia che c’è presenta Dedicated, il nuovo album in uscita il 17 maggio (quindi abbiamo un paio di settimane per impararlo a memoria e arrivare preparati).
Perché esserci? Per trasformare il sax di “Run Away with Me” in coro da stadio.

Janelle Monáe
31 maggio, 21:35, Palco Pull&Bear
Poche artiste attuali sono poliedriche quanto Janelle: sarebbe ora che occupasse il posto che le spetta nella cultura pop. Il suo ultimo lavoro, Dirty Computer, ha ricevuto una nomination ai Grammy nella categoria Album of the Year. 
Perché esserci? Perché il suo talento di performer è indiscusso: anche Prince era d’accordo.

Miley Cyrus
31 maggio, 23:10, Palco Seat
Miley ha sostituito all’ultimo Cardi B, che ha annullato la sua presenza con scuse sospette (forse c’entra qualche sua controversa dichiarazione di qualche anno fa tornata in superficie). Ben venga Miley, che dopo la recente collaborazione con Mark Ronson, potrebbe presentare inediti dal prossimo album. 
Perché esserci? Perché, se farà “The Climb”, potremo dire di avere visto Hannah Montana al Primavera.

Robyn
31 maggio, 01:55, Palco Seat
Robyn per molti anni fu l’unica popstar con accesso al mondo indie, ma il suo ultimo tour è del 2012 e forse sarebbe stata fuori luogo anche al Primavera. Per fortuna il mondo è cambiato in meglio.
Perché esserci? Perché questo è il tour della fase imperiale di Robyn e chissà quanto durerà la sua prossima pausa dalle scene.

ROSALÍA
1 giugno, 21:55, Palco Pull&Bear
Se l’anno scorso al Sonar era una scommessa, quest’anno al Primavera è una conferma: a giugno saranno passati solo sette mesi dall’uscita dell’album che ha reso ROSALÍA una star internazionale. 
Perché esserci? Perché gioca in casa e non è ancora prevista nessuna data in Italia. 

Solange
1 giugno, 23:00, Palco Seat
La Knowles torna al Primavera per la terza volta per presentare When I Get Home. Il disco non ha convinto pubblico e critica quanto il precedente, ma l’artista sa mettere in piedi un live al contempo divertente e concettuale.
Perché esserci? Perché questa è la prima data del suo nuovo tour e non si può non essere curiosi.

J Balvin
1 giugno, 00:05, Palco Pull&Bear
Il fenomeno reggaeton colombiano è l’headliner più inaspettato del sabato. È dura ammetterlo, ma la direzione artistica del Sanremo di Carlo Conti era in anticipo di qualche anno sul Primavera.
Perché esserci? Per vedere se ROSALÍA torna sul palco per cantare “Con altura”.

 

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.