Quando gli AC/DC aprirono i concerti dei Journey e li stesero

A raccontarlo è l'ex frontman della band statunitense Steve Perry, che ricorda come dopo lo show della band australiana fu quasi impossibile per loro esibirsi sul palco.

Quando gli AC/DC aprirono i concerti dei Journey e li stesero

L'ex frontman dei Journey Steve Perry ha ricordato quando andarono in tour insieme agli AC/DC, che avevano il ruolo di 'supporting band', e questi resero quasi impossibile seguire le loro esibizioni.

Le due band, cheesordirono praticamente nella stessa sera del 1973, andarono in tour insieme negli Stati Uniti negli anni settanta. Il frontman che guidava allora la band australiana era Bon Scott, i Journey in quel periodo erano più famosi degli AC/DC.

Questo il racconto di Perry fatto a Uncle Joe Benson nel programma radiofonico Ultimate Classic Rock Nights:

“C’era questa nuova band e tutti hanno dicevano che erano davvero rock. Io stavo cercando di cantare le mie cose (nel backstage) e di scaldarmi, e sento questo che canta, 'Sono un bambino problematico!' Mi dissi, 'Che diavolo è?' Corro fuori e vedo Bon Scott in ginocchio, i fratelli (Young) che guidano e il pubblico con i pugni in aria che si agitava a tempo con la musica”.

E continua ancora:

“Ero stordito. Ho solo detto: 'Questo è incredibile. Cos'è questo? E ho dovuto esibirmi dopo questa band? Uscire e cantare “Wheel in the Sky?” Cosa sto facendo? Ci stanno uccidendo!’ Ci hanno fatto suonare meglio. Ci hanno davvero sculacciato alla grande e tutti i membri della band te lo direbbero. Dovemmo imparare come suonare tutte le canzoni dei Journey, che avevamo scritto, con una nuova intensità”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.