Chi sono gli Psicologi, il duo di 'Alessandra': video

"Diploma", "Autostima", "Polvere da sparo" e "Alessandra": così gli Psicologi hanno attirato l'attenzione dei seguaci della "new wave" italiana. Ma chi sono?
Chi sono gli Psicologi, il duo di 'Alessandra': video

Prendete il potenziale da teen idol di Benji & Fede, ma toglietegli tutta quella patina di pop. Immaginateveli come gli Zero Assoluto, ma in versione teen, appunto, e emo rap. Niente "3msc", niente "e svegliarsi la mattina-a, e turuturututtù", ma contenuti diversi, più vicini al cantautorato vecchio stile. Sì, quello cosiddetto "impegnato". D'altronde Drast, uno dei due componenti del duo, racconta di essere cresciuto con il mito di De André, Gaber e dei 99 Posse. E anche se vive nella Napoli bene, dice che nei quartieri "alti" non ci si ritrova. Invece Kaneki, l'altrà metà del duo, romano, non ha alle spalle una situazione familiare serena: tra una madre assente e un padre alle prese con problemi di giustizia, è stato cresciuto dalla nonna. "Ha studiato presso Green Day", si legge tra le info del suo profilo Facebook. "Gli Psicologi non curano l'ansia", cantano in "Diploma", il loro primo singolo ufficiale: quasi come se fosse il loro slogan.

Caricamento video in corso Link
In effetti, i testi delle loro canzoni sono tutto tranne che spensierati (anche se non mancano episodi più sentimentali, come "Autostima"): non curano l'ansia, appunto. Anzi. I testi strizzano l'occhio per contenuti, stile e linguaggio a quelli della trap, ma il tutto è riportato a una dimensione più "consciuous", più introspettiva: "Mio padre ha paura che diventi un fallito / vorrebbe un figlio con le Hogan e il viso pulito / fumogeni in strada per dare voce al disagio / fiumi di pianti, fumi dell'alcol", rappano gli Psicologi in una strofa di "Polvere da sparo". La stessa canzone in cui Lil Kaneki ricorda le notti passate su "quella panchina per sembrare un po' più rivoluzionario".

Caricamento video in corso Link
Caricamento video in corso Link
A leggere il testo di "Alessandra", la loro ultima canzone, tutto penseresti tranne che a scriverlo siano stati due ragazzi poco più che adolescenti: "È una storia di puttane e di televisione / e finché siamo in Italia è una storia d'amore / è una storia delicata, ma se paghi te ne parlo / ma se paghi". Non lo dicono esplicitamente, ma la Alessandra del titolo è Alessandra Mussolini: "Al padre di Alessandra manca suo padre / che indubbiamente ha fatto la storia / ma fatti due domande se per un uomo così grande / non c'è il giorno della memoria", cantano su un tappeto di chitarre elettriche molto punk rock. La produzione del pezzo è stata firmata da Frenetik & Orang3, che su Instagram hanno dato il loro endorsement agli Psicologi: "L'abbiamo detto, non possiamo che essere orgogliosi di questo brano e di aver collaborato con due ragazzi che hanno tanto da dire. Aspettavamo qualcuno in Italia che parlasse apertamente, ed è arrivato. Questo pezzo è una hit nel senso letterale del termine, colpisce il sistema".

Caricamento video in corso Link
Lik Kaneki (vero nome Alessio Aresu, romano - il nome d'arte è un omaggio a Ken Kaneki, protagonista della serie manga e anime Tokyo Ghoul) e Drast (vero nome Marco De Cesaris, napoletano) si sono conosciuti al raduno di un gruppo Facebook di cui entrambi facevano parte e così hanno cominciato a fare musica insieme. Entrambi hanno alle spalle alcune esperienze: Lil Kaneki è un ex componente dei BLITZGVNG, nel 2018 ha pubblicato un Ep tutto suo ("Album distorto"), seguito poco tempo dopo da un mixtape ("Allenamento vol. 1") e da altre canzoni; Drast, invece, prima di formare insieme a Alessio gli Psicologi ha pubblicato una manciata di singoli da solo come "Non piangerai", "H24", "Flus", "La metà di me" e "Giovani & maledetti".

https://a6p8a2b3.stackpathcdn.com/ai4OEQ4r8gkM_r_d-QDri8Ixx70=/700x0/smart/rockol-img/img/foto/upload/psicologi.jpg
La strategia con cui si stanno facendo notare dai seguaci della "new wave" italiana ricorda molto quella che nel 2017 ha portato al successo Carl Brave x Franco126 con il loro progetto "Polaroid": una manciata di singoli pubblicati su YouTube (e nel caso degli Psicologi anche sulle piattaforme di streaming). Anche stilisticamente possono ricordare il duo di "Pellaria", soprattutto nel mix tra cantautorato (le chitarre acustiche, dal sound limpidissimo, sempre in primo piano nei loro pezzi) e hip hop. E poi a fare da sfondo alle loro canzoni c'è quasi sempre la Capitale, ritratta però in tutta la sua decadenza attraverso non-luoghi come la stazione Termini.

"Diploma", "Polvere da sparo", "Autostima" e "Alessandra", ai quali bisogna aggiungere "Demo1", il primo brano del duo, pubblicato a gennaio su SoundCloud (la piattaforma preferita dagli esponenti della scena emo rap statunitense - tanto che qualcuno ha coniato l'espressione "SoundCloud rap" per etichettare la musica di 6ix9ine, Lil Pump, Lil Wayne e XXXTentacion, tra gli altri), sono i primi tasselli di un disco che uscirà a breve per Bomba Dischi, l'etichetta romana che negli ultimi anni ha già lanciato con successo Calcutta, Giorgio Poi e gli stessi Carl Brave e Franco126.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
11 giu
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.