Sony Music vara due servizi per gli artisti: ‘Real Time Royalties’ e ‘Cash Out'

La società guidata da Rob Stringer li fornirà dal prossimo autunno fornirà attraverso il Sony Music Artist Portal

Sony Music vara due servizi per gli artisti: ‘Real Time Royalties’ e ‘Cash Out'

La Sony lancerà il prossimo autunno due nuove funzionalità: ‘Real Time Royalties’ e ‘Cash Out'. La società guidata da Rob Stringer dice che le nuove funzionalità "permetterà ai nostri artisti di prendere visione e ritirare i loro guadagni più velocemente".

In una lettera inviata agli artisti da Sony Music, vista da Music Business Worldwide, lo studio spiega: "Una volta lanciato, Real Time Royalties, sarà disponibile sempre e ovunque su Sony Music Artist Portal. Fornirà aggiornamenti immediati sui guadagni e sui saldi non appena riceveremo i rapporti finanziari dai centinaia di servizi di distribuzione digitale su base mensile".

Real Time Royalties si dice ancora: "Elimina la necessità di attendere i report periodici per vedere i guadagni generati dalle royalty e i saldi", mentre gli artisti possono anche utilizzare gli strumenti di analisi all'interno del portale degli artisti di Sony per "interpretare i dati delle Real Time Royalties fornisce una visione più rapida del trend dei guadagni in modo da poter prendere decisioni più circostanziate".

‘Cash Out’ consente agli artisti di richiedere il ritiro per intero o solo di una parte del loro saldo  ogni mese tramite il portale degli artisti, come dichiara Sony: “Non ci sono commissioni o costi nell’utilizzare Cash Out e continueremo ad emettere il pagamento di tutti i saldi dei conti rimanenti che non sono stati ritirati tramite Cash Out nel nostro normale programma di pagamento”.

I ricavi registrati da Sony per la musica in streaming hanno raggiunto 2,05 miliardi di dollari nei 12 mesi alla fine di marzo con un incremento del 15,2% su base annua. I ricavi totali delle etichette discografiche hanno raggiunto 3,85 miliardi di dollari nello stesso periodo.

L'anno scorso, Music Business Worldwide aveva rivelato che Sony Music aveva sorpreso molti nella comunità di artisti e manager con la sua politica per quanto riguarda la condivisione degli utili dalla sua partecipazione azionaria in Spotify. Sony Music ha venduto il 50% della sua partecipazione in Spotify per 768 milioni di dollari nel secondo quadrimestre dello scorso anno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.