NEWS   |   Pop/Rock / 17/05/2019

Britney Spears: il manager fa suonare un campanello d'allarme

Le ciniche dichiarazioni del manager della popstar allertano i fan: "Sulla base di informazioni che ci sono state riferite...".

Britney Spears: il manager fa suonare un campanello d'allarme

Le ciniche dichiarazioni di Larry Rudolph, storico manager di Britney Spears, nelle ultime ore hanno fatto il giro del mondo. E non sono affatto rassicuranti circa le condizioni di salute della popstar, che dopo aver annullato all'inizio dell'anno i concerti della sua residency a Las Vegas in programma da febbraio ad agosto lo scorso aprile è stata ricoverata in una clinica psichiatrica. L'attività live di Britney Spears, ha fatto sapere il collaboratore della cantante, potrebbe essere sospesa:

"Sulla base di informazioni che ci sono state riferite, posso dire che per lei sarebbe meglio non riprendere la residency a Las Vegas. Né ora né mai".

Fa strano che a lasciarsi sfuggire queste ciniche dichiarazioni sia stato proprio il suo manager, la persona che più di tutte dovrebbe prendersi cura della cantante (che all'inizio dell'anno ha annullato una residency in programma a Las Vegas da febbraio ad agosto), e che lo abbia raccontato a un sito di gossip e intrattenimento come TMZ anziché affidare le sue riflessioni a una nota stampa ufficiale:

"Per quanto mi riguarda, potrà tornare a lavorare solo quando sarà pronta fisicamente e mentalmente. Se mai vorrà tornare a lavorare, sarò qui per dirle se è una buona o una cattiva idea".

"Sto cercando di prendermi un momento per me stessa. Quello di cui ho bisogno in questo momento è un po' di privacy", aveva detto Britney Spears ai suoi fan pochi giorni dopo il ricovero in un video pubblicato sui suoi canali social ufficiali direttamente dalla struttura nella quale è in cura, per mettere a tacere i gossip.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi