Ticketing e concerti: TicketOne e i promoter intraprendono le vie legali

Striscia la notizia e il mercato dei concerti in Italia: la società di biglietteria e i promoter Di&Gi, Friends & Partners, Vertigo e Vivo Concerti annunciano di aver intrapreso le vie legali.

Ticketing e concerti: TicketOne e i promoter intraprendono le vie legali

Il comunicato diramato il mese scorso da TicketOne e dai promoter Di&Gi, Friends & Partners, Vertigo e Vivo Concerti – del quale vi avevamo riferito qui - non è stato sufficiente a mettere la parola fine al polverone sollevato da Striscia la notizia sul mercato dei concerti in Italia e oggi, 15 maggio, i soggetti coinvolti hanno fatto sapere con una nota congiunta che “sono stati costretti ad agire in sede penale nei confronti della stessa sig.ra Arzenton, che è rappresentante e azionista del Gruppo ZED”. Ve la riportiamo nella sua interezza:

In seguito alle dichiarazioni lesive e profondamente distorte e deformanti rilasciate dalla sig.ra Valeria Arzenton alla trasmissione Striscia la notizia riguardo all'operato di TicketOne, Friends & Partners, Di and Gi, Vertigo e Vivo Concerti, tali Società sono state costrette - dato il ripetersi di tali condotte – ad agire in sede penale nei confronti della stessa sig.ra Arzenton, che è rappresentante e azionista del Gruppo ZED, operatore di mercato legato ai principali concorrenti di TicketOne e delle consociate.

Le Società querelanti, che hanno atteso sino ad oggi prima di rivolgersi alle Autorità Inquirenti all'unico scopo di non turbare il regolare svolgimento del procedimento innanzi all'Autorità Antitrust (la cui fase cautelare si è chiusa con esito positivo per TicketOne e le sue consociate), non hanno potuto esimersi ulteriormente dall'agire in tal senso proprio in considerazione dell'estrema gravità dei comportamenti posti in essere dalla sig.ra Arzenton, rispetto ai quali si attende - a questo punto - l'intervento della Procura, sperando che ciò possa porre fine a una situazione certamente dannosa non solo per le Società che hanno deciso di sporgere querela e per l'industria dello spettacolo, ma anche per gli spettatori e gli artisti.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.