NEWS   |   Industria / 12/05/2019

Classifiche USA, rimandato il lancio delle chart di Rolling Stone

Rinviata a data da destinarsi l'operazione che metterà la testata fondata da Jann Wenner in concorrenza con Billboard

Classifiche USA, rimandato il lancio delle chart di Rolling Stone

L'edizione americana di Rolling Stone ha fatto sapere di aver rimandato a data da destinarsi la diffusione delle classifiche di vendita compilate con la collaborazione di Alpha Data, società un tempo conosciuta come BuzzAngle, che avrebbero messo la testata fondata da Jann Wenner oggi controllata al 100% dal gruppo Penske Media in diretta concorrenza con Billboard, le cui chart - compilate sulla base dei rilevamenti effettuati da Nielsen - sono considerate un faro dall'industria discografica a stelle e strisce: a renderlo noto è stata la stessa testata in una nota pubblicata ieri, sabato 11 maggio.

"Sebbene inizialmente avessimo indicato il 13 maggio come data del lancio delle classifiche, resteremo in fase sperimentale privata per un po' di tempo per ottimizzare il meccanismo con i nostri partner industriali e garantire pienamente la fluidità della presentazione", hanno chiarito i vertici di Rolling Stone USA: "Annunceremo presto la nuova data di lancio".

"A essere irrinunciabile ed entusiasmante nelle nuove classifiche di Rolling Stone sarà la quantificazione trasparente, accurata e in tempo reale delle vendite, in grado di riflettere con precisione gli interessi in evoluzione degli ascoltatori e di dare un'idea delle tendenze mondiali", aveva dichiarato l'ad di Penske Media Jay Penske lo scorso 7 maggio, annunciando i lancio delle nuove classifiche, che - con aggiornamenti quotidiani - si occuperanno dei duecento album e cento brani più venduti sul mercato statunitense, oltre che degli artisti più popolari sulla piattaforme streaming (Rolling Stone 500), i 25 artisti più di tendenza sul Web (Rolling Stone Trending 25) e gli emergenti (Rolling Stone Breakthrough 25).