Moby: 'Spotify? Una macchina della nostalgia'

La musica nell'epoca dell'accessibilità totale secondo la star di 'Play': 'I miei gusti sono fermi al 1984, quindi...'

Moby: 'Spotify? Una macchina della nostalgia'

Intervistato da Bill Maher nell'ambito delle operazioni promozionali collegate alla pubblicazione della sua seconda autobiografia, "Then It Fell Apart" - la prima, "Porcelain: A Memoir", fu consegnata ai negozi nel 2016 - Moby ha spiegato perché, nonostante le piattaforme di streaming offrano in tutta comodità praticamente l'intera produzione musicale mondiale aggiornata alle ultimissime uscite, Spotify e gli altri servizi digitali non rappresentino, per il cantante, polistrumentista, Dj e produttore newyorchese, il mezzo ideale per conoscere nuovi artisti.

"Ho Spotify sul mio cellulare: la prima volta che l'ho provato mi sono detto 'Wow, ho a disposizione tutta questa nuova musica!', ma immediatamente dopo ho iniziato a usarlo come una macchina della nostalgia", ha spiegato Richard Melville Hall, classe 1965: "In pratica, adesso, Spotify è la mia playlist di quando andavo alle superiori. Il mio gusto musicale è fermo al 1984, quindi della nuova musica penso che sì, può essere anche bella, ma non può competere coi Clash, i Public Enemy, John Lennon, Neil Young eccetera".

Nel corso del colloqui con Maher l'artista ha anche spiegato le ragioni del suo eclettismo: "All'inizio io volevo fare il cantante", ha raccontato Moby, "Volevo essere come Bono e David Bowie, ma la mia voce è veramente mediocre, così - per compensare questa mancanza - ho imparato a suonare diversi strumenti e a fare il Dj e il produttore".

"Sono nato molto povero, in una famiglia molto problematica e disfunzionale e ho pensato che la fama potesse guarire tutto", ha raccontato l'artista, che ha confermato di aver definitivamente abbandonato lo spirito di vita sregolato restando sobrio da più di dieci anni a questa parte: "Per un po' ha funzionato: prendevo droghe, facevo sesso con estranei... Ma ho capito che era uno stile di vita non sostenibile". 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.