NEWS   |   Recensioni concerti / 12/05/2019

Enrico Ruggeri, a Milano il suo ultimo concerto in un club

Più che un addio, una festa rock: 'Lasciare i locali non è una cosa da poco per me'. Ecco cosa è successo

Enrico Ruggeri, a Milano il suo ultimo concerto in un club

“Si chiude un ciclo di vita”, ha detto Enrico Ruggeri ieri sera sul palco del Fabrique di Milano. Sabato 11 maggio, il cantautore milanese ha tenuto il suo ultimo concerto di sempre in un club, o almeno questa è la sua intenzione dichiarata. Lo ha annunciato pochi giorni fa su Instagram: “Venerdì #latteriamolloy #brescia sabato #fabrique #milano probabilmente gli ultimi due club di sempre”. Iniziato sulle note di “Cold song” di Klaus Nomi e finito con una pioggia di coriandoli mentre gli altoparlanti trasmettevano “All the Young Dudes” e sul palco salivano due figli del cantante, il concerto non è stato un addio mesto – anche perché Ruggeri continuerà a esibirsi – ma una festa rock.

Accompagnato da una band elettrica e potente composta da Paolo Zanetti (chitarre), Fortu Sacka (basso), Francesco Luppi (tastiere) e Alex Polifrone (batteria), Ruggeri ha proposto 9 canzoni su 11 dell’ultimo album “Alma” e alcuni classici riletti con un impatto rock, a tratti hard rock. Complice la presenza di Davide Brambilla a tromba, fisarmonica e melodica, Ruggeri ha coperto anche il ruolo di chansonnier in alcuni pezzi semi-acustici, variando la scaletta rispetto al concerto bresciano.

È un vero rock show, per citare una canzone di Ruggeri, uno spettacolo perfetto per i club. Perché smettere allora? “Suonare in questi contesti mi diverte, lasciare i club non è una cosa da poco per me”, ha detto il cantante a fine concerto. Il suo pubblico, però, non è più giovanissimo e ai club dove si resta in piedi preferisce la comodità dei teatri dove ci si può sedere. “Lo stesso identico concerto, nella stessa città, attira più gente a teatro che in un club”, ha spiegato Ruggeri che negli ultimi mesi ha portato avanti due spettacoli, uno acustico e uno elettrico. L’ultima data del tour elettrico sarà il 24 maggio al Teatro Colosseo di Torino.

Un mese fa, Enrico Ruggeri aveva annunciato il tour spiegando in un post quel che i fan non avrebbero trovato nei suoi concerti: “1) Non ci saranno sequenze, cioè basi registrate. Le considero un espediente di bassa lega per ingannare i più ingenui, riducendo i musicisti a comparse. 2) Non ci saranno proiezioni: a meno che non si suoni in uno stadio, dove capisco sia bello vedere su uno schermo le espressioni di chi suona, trovo che lo spettacolo siano la musica e chi la esegue, il resto è fumo negli occhi. 3) La band non sarà messa in ombra nel fondo del palco: è una palese ammissione di debolezza e insicurezza da parte della ‘star’, che teme che il proprio carisma sia offuscato da altre personalità. 4) Non ci sarà il gobbo elettronico: preferisco sbagliare il testo di una canzone piuttosto che espormi alla figura di leggere parole su un monitor. Se non ricordi le tue canzoni vuol dire che non credi fino in fondo in quello che dici: perché dovrebbe crederci chi ti ascolta? 5) Non assisterete a fughe ben coordinate da bodyguard: due parole e una foto con chi è venuto da te sono un aspetto piacevole del mio lavoro”.

(Claudio Todesco)

 

Setlist:

Il labirinto

Il mare d’inverno

Eroi solitari

Un pallone

Il primo amore non si scorda mai

Rock show

L’amore ai tempi del colera

Lettera dal fronte (ta-pum)

Il costo della vita

Il futuro è un’ipotesi

Vorrei / Forma 21

Lettera dal Duca

La banca maschere

Il punto di rottura

Ulisse / Aspettando i superuomini

Polvere

Il treno va

Peter Pan

Supereroi

Poco più di niente

 

Bis:

Come lacrime nella pioggia

Contessa

Mistero

Scheda artista Tour&Concerti
Testi