Il caso Vecchioni / Regeni: interviene Massimo Priviero

Il cantautore di Jesolo racconta a Rockol la sua scelta, diversa da quella di Vecchioni

Il caso Vecchioni / Regeni: interviene Massimo Priviero

Sapevo, direttamente da lui, che l'anno scorso Massimo Priviero aveva scritto una canzone su Giulio Regeni, e che non l’aveva pubblicata. Non l’ho scritto nell’articolo precedente: perché si trattava di una confidenza e non del contenuto di un’intervista, e perché comunque volevo capire se Massimo era d’accordo che lo scrivessi. L’ho chiamato, e gli ho chiesto se desiderava raccontare la sua scelta, diversa da quella di Vecchioni. Ecco la sua email, per la quale lo ringrazio. (fz)

Carissimo Franco,
rispondo volentieri alla tua sollecitazione. Più o meno un anno e mezzo fa scrissi una canzone su Giulio Regeni che in origine doveva essere inclusa nel mio ultimo album ‘All’Italia’. La mandai all’avvocato della famiglia Regeni, che fece da tramite. Ci sentimmo al telefono. Mi fece sapere che, per motivi che mai mi permetterei di discutere, fatto salvo che era una decisione mia e che nessuno contestava la mia libertà artistica, la famiglia Regeni preferiva che non la pubblicassi. Ho riflettuto e ho deciso di tenere la canzone in un cassetto. Il testo partiva dal concetto di quando una verità non viene mai svelata. E diventava per strada una carezza. Questo mio intervento ha il solo scopo di raccontare come ognuno risponde ad una propria sensibilità. Umana ed artistica. Senza alcuna polemica, ovviamente. Dopodiché, la mia scelta di tanti anni fa di essere del tutto distante e per certi versi “inetichettabile e inclassificabile” continua ad essere, per quel che mi riguarda, una scelta giusta. Un abbraccio e una carezza. Soprattutto per tutti  gli uomini davvero liberi.
Massimo Priviero

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
15 nov
Scopri tutte le date

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.