Thom Yorke: nuovi progetti con i materiali di ‘Kid A’ e ‘Amnesiac’

"Faremo qualcosa di davvero fico con tutto quel materiale", ha spiegato Thom Yorke in riferimento a quanto rimasto inutilizzato durante la lavorazione degli album dei Radiohead "Kid A" e "Amnesiac".

Thom Yorke: nuovi progetti con i materiali di ‘Kid A’ e ‘Amnesiac’

Seppur impegnato nel suo tour solista, che il prossimo mese di luglio lo porterà anche in Italia, con cinque date dalle nostre parti, Thom Yorke non si dimentica mai dei Radiohead. A proposito dei prossimi progetti della band britannica, il polistrumentista ha svelato qualcosa nel corso di un’intervista per Crack, spiegando che qualsiasi cosa la formazione di “OK Computer” dovesse fare ciò dovrebbe avvenire in maniera “naturale”, entrando poi nei dettagli delle possibili prossime mosse della band. “Recentemente ho rivisto le cose di ‘Kid A’ e ‘Amnesiac’ con gli altri. Eravamo tutti un po’ fuori alla fine di quel periodo. Avevamo attraversato il folle periodo di ‘OK Computer’ e alla fine io ero catatonico. Poi abbiamo lavorato davvero duro per un anno e mezzo con davvero pochi intervalli ed è stato veramente intenso. Non sapevamo che cazzo stavamo facendo e io mi rifiutavo di ripassare qualsiasi cosa! Immagina, se puoi, la confusione!”, ha raccontato Yorke, proseguendo:

Recentemente ho trovato questo faldone con tutti i fax che mandavo e ricevevo da Stanley Donwood per l’artwork e sono divertentissimi. Ho tutta questa roba, queste pagine e fotocopie che avevo lasciato sparsi in giro nello studio.

E ancora:

Nigel [Godrich, storico collaboratore dei Radiohead] li ha raccolti e ha pensato ‘facciamo meglio a tenerli questi’. Ero molto concentrato e allo stesso tempo arrabbiato, confuso, paranoico. Sto cercando tutte le persone coinvolte chiedendomi ‘chi cazzo sono queste persone?’. Faremo qualcosa di davvero fico con tutto quel materiale.

Quanto alle attività dal vivo della band, il chitarrista Ed O’ Brien, che si prepara a dare alle stampe prossimamente la sua prima prova di studio solista, ha spiegato in un’intervista con il New Musical Express, che i componenti del gruppo sono al momento effettivamente molto coinvolti nei loro appuntamenti dal vivo come solisti, ma che questo non impedisce alla band di incontrarsi e “chiacchierare”: “Abbiamo parlato di persona. Per una band come noi sai quando è il momento di tornare a lavorare insieme”, ha detto Ed O’ Brien. Sulla stessa linea Yorke, che ha spiegato: “Non abbiamo programmato questo, questo e questo. Mi manca molto fare i concerti. Mi sono sentito come se fossimo stati nel posto giusto quando abbiamo fatto Glastonbury e siamo andati in tour in Sud America”.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.