NEWS   |   Pop/Rock / 15/05/2019

I Wanna Rock: Leonard Cohen

Tutto il meglio della musica Rock: i brani più significativi che hanno cambiato la storia

I Wanna Rock: Leonard Cohen

Secondo Lou Reed possiamo considerarlo "il più grande ed influente cantautore”: queste le parole che il rocker newyorkese pronunciò nel 2008 in occasione dell’investitura di Leonard Cohen nella Rock and Roll Hall of Fame. Cohen, scomparso nel 2016, fu in effetti una figura di enorme influenza sulla scena musicale internazionale per oltre cinque decenni, imponendosi grazie ad una statura artistica impressionante e comparabile – pur con cifre e stilemi molto diversi – a quella di Bob Dylan. E proprio 50 anni fa, nel 1969, veniva pubblicato "Songs from a room", il suo secondo album, che ottenne un clamoroso successo in UK arrivando ad occupare la posizione numero 2 in classifica. Ma per l’artista canadese di famiglia ebrea, nato e cresciuto in un sobborgo di Montreal e rimasto orfano di padre a 9 anni, il rock non era né sarebbe mai stato né un’aspirazione né un traguardo. Prova ne sia il fatto che aveva già ottenuto il suo primo grande successo internazionale già nel 1961 con “The spice box of Earth”. Mai sentito? Era una raccolta di poesie che, acclamata dai critici e diventata un piccolo best seller, lo impose all’attenzione del panorama letterario.

LEONARD COHEN E' IL PROTAGONISTA DI I WANNA ROCK: SCOPRI IL CATALOGO SONY MUSIC CENTURY MEDIA A PREZZO SPECIALE

Ascolta la playlist di I Wanna Rock su Spotify qui e su Apple Music qui sotto!

Scheda artista Tour&Concerti
Testi