Il FT: la UE accoglie il reclamo di Spotify, Apple Music sarà indagata dall'antitrust

Secondo la testata americana la Commissione Europea pronta all'istruttoria contro piattaforma della casa di Cupertino. La posta in gioco? Oltre un miliardo di dollari...

Il FT: la UE accoglie il reclamo di Spotify, Apple Music sarà indagata dall'antitrust

Stando a quanto riferito dal Financial Times, l'autorità garante per la concorrenza dell'Unione Europea ha accolto il reclamo di Spotify, che ha accusato Apple Music - la piattaforma di streaming controllata dal colosso informatico californiano - di pratiche scorrette e anticoncorrenziali sul mercato del Vecchio Continente.

Al momento non ci sono conferme ufficiali al proposito: l'antitrust europea, se le indiscrezioni riferite dalla testata americana dovessero trovare riscontro effettivo, aprirà un'istrutturia contro Apple Music per accertare eventuali illeciti. Al termine dell'inchiesta - riferisce MBW - se la Commissione dovesse effettivamente rilevare prove di condotte irregolari, Apple potrebbe dover pagare una sanzione pari fino al 10% del suo fatturato globale, che includerebbe quindi anche i proventi di servizi come iTunes, App Store, Mac App Store, Apple Music, Apple Pay e AppleCare, la cui somma - solo nell'ultimo trimestre fiscale del 2019 - ammonta a 11,5 miliardi di dollari.

Alle accuse lanciate dalla società guidata da Daniel Ek hanno prontamente risposto i vertici di Cupertino, parlando "retorica fuorviante" a proposito della denuncia inoltrata dalla piattaforma svedese, che - secondo Apple - avrebbe sfruttato il mercato offerto dall'App Store per "far crescere sensibilmente la propria attività (...) senza apportare alcun contributo al mercato stesso".

Music Biz Cafe, parla Paolo Salvaderi (Radio Mediaset)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.