NEWS   |   Industria / 07/05/2019

Classifiche USA, Rolling Stone si prepara a sfidare Billboard sulle chart

'Trasparenza nelle rilevazioni' e aggiornamenti giornalieri: così la testata fondata da Jann Wenner farà concorrenza alla 'bibbia' dell'industria musicale a stelle e strisce

Classifiche USA, Rolling Stone si prepara a sfidare Billboard sulle chart

A partire dal prossimo 14 maggio negli Stati Uniti saranno consultabili due classifiche di vendita di album e singoli: oltre alle tradizionali Billboard 200 e Hot 100, rispettivamente graduatorie dei duecento album più venduti e dei 100 brani più popolari compilate da Billboard, saranno disponibili anche due indici analoghi curati dall'edizione statunitense di Rolling Stone, storica testata musicale - orientata più al costume e alla società rispetto a quella fondata nel 1894 da William Donaldson e James Hennegan, tradizionale voce dell'industria musicale a stelle e strisce - ideata da Jann Wenner e Ralph J. Gleason oggi controllata al 100% dal gruppo Penske Media.

Rispetto a quelle di Billboard, pubblicate con cadenza settimanale, le classifiche di Rolling Stone saranno aggiornate quotidianamente: accando alle dirette competitor della Billboard 200 e della Hot 100, la testata che ospitò sulle proprie pagine gli articoli di Hunter S. Thompson affiancherà anche la Rolling Stone Artist 500 (classifica degli artisti più popolari sulla piattaforme streaming), al Rolling Stone Trending 25 e la Rolling Stone Breakthrough 25, dedicata agli emergenti. A elaborare i dati sarà la Alpha Data, società un tempo nota come BuzzAngle Music, che accorperà - per il computo delle graduatorie generali - sia le vendite (in formato fisico e digitale) che in passaggi in streaming.

"A essere irrinunciabile ed entusiasmante nelle nuove classifiche di Rolling Stone sarà la quantificazione trasparente, accurata e in tempo reale delle vendite, in grado di riflettere con precisione gli interessi in evoluzione degli ascoltatori e di dare un'idea delle tendenze mondiali", ha dichiarato l'ad di Penske Media Jay Penske.