Dan Reynolds sensibilizza l'opinione pubblica contro la terapia di conversione

Il frontman degli Imagine Dragons dal palco dei Billboard Music Awards parla di questa terapia che alza il tasso di depressione e suicidio tra i giovani LGBTQ+

Dan Reynolds sensibilizza l'opinione pubblica contro la terapia di conversione

Nel discorso di ringraziamento tenuto ai Billboard Music Awards, dove sono stati premiati come ‘Top Rock Artist’, gli Imagine Dragons hanno denunciato la ‘terapia di conversione’ – altrimenti detta, terapia di riorientamento sessuale - in atto negli Stati Uniti.

Il frontman della band di Las Vegas Dan Reynolds, fiero sostenitore dei diritti della comunità LGBTQ+, rivolto al pubblico, ha chiesto il divieto di questo metodo nei 34 stati degli Stati Uniti che attualmente non hanno alcuna legislazione in materia.

Queste la parole di Reynolds:

“Voglio cogliere l’occasione per dire che ci sono 34 stati che ancora non hanno leggi che vietano la terapia di conversione. E il 58% della nostra popolazione LGBTQ vive in quegli stati. Questa cosa può essere cambiata, ma tutti noi dobbiamo discutere della nostra legislazione statale, spingendo delle leggi che proteggano la gioventù LGBTQ. Abbiamo appurato che con la terapia di conversione i nostri giovani LGBTQ hanno il doppio del tasso di depressione e triplicano il tasso dei suicidi dopo questa terapia. Così non funziona, si deve cambiare”.

Già nel mese di marzo Reynolds pubblicò su Twitter un appassionato appello nel quale invitava i leader religiosi a "difendere l'uguaglianza".

Gli Imagine Dragons saranno in concerto in Italia il prossimo 2 giugno alla Visarno Arena di Firenze. A supportare il loro live, nella stessa giornata, gli spettacoli di Jake Bugg e Fil Bo Riva.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.