Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Italia / 02/05/2019

Il DNA artistico di Coez (1 / 7)

Abbiamo provato a osservare al microscopio la struttura del DNA artistico del cantautorapper romano, per provare a rintracciare tutte le sue influenze. Ecco cosa abbiamo trovato...

Il DNA artistico di Coez

Nel suo nuovo singolo, "Domenica", secondo estratto dall'album "È sempre bello", che ha segnato il suo ritorno sulle scene discografiche due anni dopo il boom di "Faccio un casino" (ma in questi due anni è rimasto comunque attivissimo, come testimoniano questi featuring), Coez cita nientemeno che Vasco: "Vorrei fosse domenica / e tua madre fosse meno, un po' meno nevrotica", canta il cantauto-rapper in una strofa della canzone, e la mente corre subito a "T'immagini", uno dei cavalli di battaglia del rocker di Zocca. D'altronde, Coez non ha mai nascosto il debito artistico che ha nei confronti di Vasco: "Se non ci fosse stato Vasco la musica italiana sarebbe stata diversa. Un po' come i Beatles per la musica mondiale", ha detto in questa nostra intervista. Eppure nel DNA artistico di Silvano Albanese - questo il vero nome del rapper - non c'è solamente Vasco: alla base del suo personalissimo stile ci sono una serie di influenze tra loro diversissime che Coez negli anni è riuscito ad amalgamare, arrivando infine a un mix unico. Eccole, nelle pagine a seguire...