UK, pronta la discoteca silenziosa

UK, pronta la discoteca silenziosa

La musica si sentirà bene, probabilmente anche meglio, ma dal tendone della discoteca non uscirà una sola nota. Magia? No, semplici cuffie. Angustiato dal non riuscire a far ballare gli amanti della dance oltre l’ora massima fissata dalle autorità, Michael Eavis ha aggirato il problema: il patròn del festival di Glastonbury, il maggiore di tutta la Gran Bretagna con i suoi oltre 110.000 spettatori, fornirà un paio di cuffie ad ogni frequentatore. “E’ stata mia figlia Emily ad escogitare questa soluzione. Usando le cuffie potremo andare avanti con la musica fino a notte fonda e senza infrangere la legge”, ha riferito il veterano promoter. “E’ la prima volta che tentiamo questa cosa, mi interessa vedere come funziona”. Le cuffie, sviluppate da un’azienda olandese, saranno regolabili di bassi, alti e volume. Il “Glasto” si svolgerà alla fine del prossimo giugno.
In Italia, la rivoluzionaria "discoteca silenziosa" verrà installata nell'area che ospiterà il prossimo Flippaut Festival, previsto per i prossimi 1 e 2 giugno a Bologna.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.