NEWS   |   Industria / 24/04/2019

Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 50: si avvicina il Concertone del Primo Maggio 2019 a Roma

Una grande star internazionali, tante stelle di casa nostra e una schiera di nomi da tenere d’occhio: anche quest’anno si rinnova la magia di piazza San Giovanni. Il cast completo, le dichiarazioni degli organizzatori

Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 50: si avvicina il Concertone del Primo Maggio 2019 a Roma

Sette giorni: tanti ci separano dalla prossima edizione del Concerto del Primo Maggio 2019 di Roma, l'evento gratuito di musica dal vivo - promosso dai sindacati CGIL, CISL e UIL e con NUOVOIMAIE tra i partner ufficiali - che tradizionalmente inaugura la stagione italiana dei grandi concerti all'aperto.

Non escludendo colpi di scena dell'ultimo minuto, con annunci di artisti lanciati a ridosso del fatidico giorno dell'evento, con la conferenza stampa tenuta ieri a Roma si può tranquillamente considerare di avere a disposizione un buon 90% del cartellone definitivo che tra pochi giorni animerà la lunga giornata di piazza San Giovanni.

Particolarità dell'edizione 2019 del Concertone è il ritorno delle grandi star internazionale alla Festa dei Lavoratori nella Capitale: il già principale autore degli Oasis Noel Gallagher tornerà sul palco romano a diciassette anni dal suo "primo" Concertone, quello del 2002, al quale si esibì insieme alla leggendaria band condivisa con il fratello Liam.

Non saranno da meno, ovviamente, le stelle di casa nostra attese al Primo Maggio 2019: Subsonica, il frontman degli Afterhours Manuel Agnelli, Negrita, Gianna Nannini e il già co-leader dei Timoria Omar Pedrini terranno alta la bandiera del rock in tutte le sue declinazioni, mentre a rappresentare la nuova scuola dell'hip hop tricolore ci penseranno Ghali, Achille Lauro, Carl Brave, Ghemon, Carl Brave, Anastasio e Rancore.

Daniele Silvestri, che proprio insieme a Rancore ha preso parte all'edizione 2019 del Festival di Sanremo, farà da padrino alla nuova ondata cantautorale rappresentata da Bianco, Colapesce, Canova e Gazzelle, mentre ai pisani Zen Circus e ai genovesi Ex-Otago spetterà l'ideale ruolo di capigruppo della rappresentanza indie affidata a band come Eugenio in via di Gioia, Fast Animals Slow Kids, Pinguini Tattici Nucleari e La Rappresentante di Lista.

"Il cast è stato realizzato in continuità con quello dello scorso anno", ha spiegato Massimo Bonelli, numero uno di iCompany, la società alla quale i sindacati hanno affidato l’organizzazione dell’evento: "E’ un momento molto positivo per la musica in Italia. I molti artisti ci hanno chiesto di esserci è segno che abbiamo lavorato bene in questi ultimi anni. La scelta di virare sulla musica attuale evidentemente è stata giusta, ci ha premiato. È importante che il Primo Maggio faccia da traino alle nuove tendenze. Anche noi contribuiamo a raccontare il nuovo e a segnalare artisti nuovi che poi riescono ad avere un successo su scala nazionale".

Alle parole di Bonelli hanno fatto eco quelle di Lodo Guenzi, il cantante dei Lo Stato Sociale richiamato, insieme ad Ambra Angiolini, a condurre l’edizione 2019 del concertone dopo la convincente performance dell’anno passato: "Dopo una sbornia in cui l'alternativa si è fatta mainstream e ha provato a raggiungere il successo, ora che quella fetta è stata presa ci sono molti artisti e band che hanno bisogno di raccontare la realtà", ha spiegato Guenzi, "Io credo che questo cast racconti l'esigenza di persone di venti o trent'anni di guardare fuori dalla propria stanza e raccontare il Paese".

Ecco, di seguito, il cast completo del Concerto del Primo Maggio 2019 di piazza San Giovanni, a Roma:

Achille Lauro, Anastasio, Bianco Ft Colapesce, Canova, Carl Brave, Coma_Cose, Daniele Silvestri, Dutch Nazari, Eman, Eugenio In Via Di Gioia, Ex Otago, Fast Animals And Slow Kids,  Fulminacci, Gazzelle, Ghali, Ghemon, Izi, La Municipàl, La Rappresentante Di Lista, La Rua, Lemandorle, Manuel Agnelli Ft Rodrigo D’erasmo, Motta, Negrita, Noel Gallagher’s High Flying Birds, Omar Pedrini, Orchestraccia, Pinguini Tattici Nucleari, Rancore, Subsonica e Zen Circus.

Leggi qui le puntate precedenti di Osservatorio NUOVOIMAIE.