NEWS   |   Metal / 22/04/2019

Libano, altolà al concerto dei Sepultura: sono ‘adoratori del diavolo’

Il General Security Office libanese ha negato il visto per poter entrare nel Paese mediorientale ai Sepultura.

Libano, altolà al concerto dei Sepultura: sono ‘adoratori del diavolo’

Il concerto previsto dai Sepultura per domenica 28 aprile a Beirut, in Libano, è stato annullato. La motivazione riferita dagli organizzatori del concerto, la società Skull Session, è che la band thrash metal brasiliana sarebbe costituita da “adoratori del diavolo” che vorrebbero “insultare la cristianità”. Per questa ragione il General Security Office del Paese ha negato il visto per poter entrare in Libano ai Sepultura. Queste le parole condivise a tal proposito da Skull Session sui suoi social:

Dopo aver debitamente richiesto i visti di tipo artistico per la band, siamo stati informati che ai membri della band era stato vietato l'ingresso in Libano. Agli organizzatori del concerto non era nemmeno permesso di prendere visione della decisione. Tuttavia, dopo aver indagato davanti alla divisione degli artisti, ci è stato detto che la questione è delicata in quanto riguarda l'insulto al cristianesimo, il fatto che i membri della band sono adoratori del diavolo, che hanno tenuto un concerto in Israele, che hanno filmato un video che supporta Israele, e che la decisione è stata emessa dal capo delle forze di sicurezza generali. Vorremmo chiarire che queste accuse sono del tutto false.

Skull Session entra poi nel dettaglio delle accuse, spiegando che la band “non ha suonato in Israele” e che “non attacca direttamente la cristianità”. Il post completo lo trovate qui:

Quanto al management della band, uno dei componenti della squadra, Frank Hessing, ha fatto sapere, sempre attraverso Skull Session, che “la maggior parte dei componenti del gruppo e dei membri della crew sono cattolici. Sì, a volte criticano la politica o le ingiustizie. Questo può a volte includere delle critiche alla Chiesa, alle società o alle istituzioni…ma non in un modo distruttivo. Gli artisti sono i benvenuti ovunque, anche nei paesi musulmani. Abbiamo suonato in Indonesia e saremo in Turchia e negli Emirati presto!”.

In Turchia i Sepultura suoneranno proprio subito dopo il mancato concerto in Libano, il prossimo 30 aprile, per il primo live che la band ha in programma per i prossimi giorni. Dopo Istanbul, la formazione metterà in scena gli ultimi due show del tour, in Francia e in Brasile.

Scheda artista Tour&Concerti
Testi