Nick Cave: "Forse non vale la pena di salvare la musica rock"

Il cantautore australiano parla del futuro del rock, del fanatismo morale, del dovere dell'artista e di altro ancora

Nick Cave: "Forse non vale la pena di salvare la musica rock"

Nick Cave ha interagito, come spesso gli accade, con i suoi fan sul suo sito Red Hand Files ed ha toccato il discorso della questione morale nel rock. La domanda è: se un artista ha una cattiva condotta questa deve avere un legame con il frutto della sua arte e quindi se lui è ‘cattivo’ la sua arte deve essere deprecata?

Questa la articolata risposta che fornisce il cantautore australiano:

“La musica rock ha barcollato spesso lungo la sua storia varia e tumultuosa e in qualche modo è riuscita a sopravvivere. È nella natura stessa del rock 'n' roll mutare e trasformarsi, morire per poter vivere di nuovo. Questo è ciò che manda avanti tutto. Come musicisti corriamo sempre il pericolo di diventare obsoleti e superati dagli sforzi della nuova generazione o dal mondo stesso e dalle sue grandi idee”.

E continua:

“La mia sensazione è che la moderna musica rock, così come la conosciamo, sia in qualche modo sofferente da qualche tempo. È afflitta da una sorta di stanchezza, confusione e debolezza, e non ha più la forza per combattere le grandi battaglie che il rock ha sempre combattuto. Mi sembra che ci sia poco di nuovo o autentico è diventato più sicuro, nostalgico, cauto e aziendale. Penso che il nuovo fanatismo morale che si sta abbattendo sulla nostra cultura potrebbe essere una buona cosa. Forse, è esattamente ciò di cui il rock 'n' roll ha bisogno in questo momento. La musica rock contemporanea non sembra più avere la forza di lottare con questi nemici dell'immaginazione, questi nemici dell'arte e, in questa forma, forse la musica rock non vale la pena di essere salvata".

Prosegue ancora Cave:

“Forse è necessaria una resa dei conti dolorosa, una grande perdita di creatività che scenda e getta la sua gelida ipocrisia sull'arte, così che col tempo una musica selvaggia, pericolosa e radicale possa farsi strada attraverso il ghiaccio, e il rock 'n' roll possa tornare il business della trasgressione”.

Sul legame tra la condotta morale di un artista e l’arte che produce, dice ancora:

“Vai alla tua collezione di dischi e cancella dalla mente coloro che hanno condotto vite discutibili e guarda cosa ti rimane. È l'artista che va oltre i confini sociali accettati e che riproporrà idee che gettano nuova luce su ciò che significa essere vivi. Questo è, infatti, il dovere dell'artista e talvolta questo viaggio è accompagnato da un certo comportamento dissoluto, specialmente nel rock 'n' roll”.

Dall'archivio di Rockol - Nick Cave: la carriera del Re Inkiostro, dagli esordi a "Distant sky"
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale
20 mag
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.