NEWS   |   Pop/Rock / 11/04/2019

Radiohead: conclusa l'inchiesta sulla morte del tecnico per il crollo del palco. La band contro il verdetto

Thom Yorke e soci sui social hanno espresso il loro disappunto

Radiohead: conclusa l'inchiesta sulla morte del tecnico per il crollo del palco. La band contro il verdetto

Si è conclusa l'inchiesta legata al crollo di parte della struttura che sovrastava il palco di un concerto dei Radiohead a Toronto, incidente che nel 2012 costò la vita a un membro della crew della band, il tecnico della batteria di fiducia di Philip Selway. Il verdetto del giudice è stato chiaro: "Morte accidentale". Ma la band sui social ha espresso il suo disappunto.

In un post pubblicato sui loro canali social ufficiali, insieme ad una foto di Scott Johnson, questo il nome del tecnico, Thom Yorke e soci hanno fatto sapere di non condividere il verdetto: niente contro il giudice, hanno spiegato i componenti della band, ma quell'incidente poteva essere evitato. Si legge infatti nel post:

"L'inchiesta è stata condotta in maniera costruttiva. Ha rivelato negligenze che hannoi portato alla morte di Scott. Il verdetto è stato: 'Morte accidentale'. Ma il crollo del palco poteva essere evitato. La giuria ha espresso raccomandazioni per prevenire che ricapitino di nuovo incidenti del genere, per la sicurezza dei tecnici e dei membri del pubblico.

"È compito nostro, ora, fare in modo che queste raccomandazioni vengano seguite", hanno scritto poi i Radiohead.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi