Il monastero di Ganden, dal Tibet all’India

Il monastero di Ganden, dal Tibet all’India

Il monastero di Ganden, o Ganden Namgyeling, è una delle tre grandi università monastiche del Tibet. Le informazioni che seguono, come la foto della notizia, sono tratte da Wikipedia e da questo sito.
Ganden fu fondato da lama Tsongkhapa nel 1409, e venne considerato il primo monastero di scuola Gelug.

Tradizionalmente considerato sede del potere amministrativo e politico della scuola Gelug, si trova a trentasei chilometri da Lhasa, ad una quota di 4750 metri sul livello del mare. Data la sua importanza, nel 1958, il XIV Dalai Lama vi sostenne gli esami finali del suo corso di studi teologici, ricevendo il titolo di ghesce lharampa.
Nella prima metà del XX secolo ospitava circa seimila monaci e molti tra i più riveriti tulku, ed era considerato uno dei principali centri di studio del Buddhismo tibetano, ove si formavano i migliori lama e ghesce. Tuttavia, dopo l'annessione del Tibet alla Repubblica Popolare Cinese, che si compì in un periodo compreso tra il 1950 e il 1959, l'intero monastero fu sottoposto a rigidi controlli e restrizioni.
Nel 1959, in occasione della sollevazione di Lhasa e della conseguente fuga in esilio del XIV Dalai Lama in India, Ganden fu gravemente danneggiato e saccheggiato, ma nel 1966, all'inizio della grande rivoluzione culturale, venne ulteriormente bombardato dall'artiglieria delle Guardie Rosse. Attualmente a Ganden è stata costruita una prigione cinese, usata dai funzionari del Partito comunista per rinchiudere i rivoltosi e i criminali considerati più nefandi, con occhio molto attento verso i monaci.
Prima dell’invasione cinese del 1959, vivevano a Ganden più di 1600 monaci.
Poi, con l’inizio dell’occupazione, cominciò la distruzione sistematica della cultura e della tradizione Tibetana e Sua Santità il Dalai Lama Tenzin Gyalwa Gyatso dovette fuggire, insieme a un nutrito gruppo di abati, ghesce (dottori in dottrina Buddhista), monaci e laici.
In seguito all’esodo e dopo molte disavventure, finalmente un gruppo di lama e di monaci del Monastero di Ganden raggiunse Mundgod nell’anno 1969, e ivi cominciò la ricostruzione dei Centri Educativi su 107 acri di terreno boschivo concessi dal Governo Indiano nello stato del Karnataka.
Intanto giungevano in continuazione dal Tibet altri esuli, monaci e laici, proprio come avviene tuttora. Nel 1982, finalmente, fu inaugurata da Sua Santità il Dalai Lama la prima ricostruzione del Monastero.

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.