Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 44: ‘Rispettiamo la creatività’ è arrivato nei licei. Ecco com’è andata

Osservatorio NUOVOIMAIE, parte 44: ‘Rispettiamo la creatività’ è arrivato nei licei. Ecco com’è andata

Dopo le scuole primarie e quelle secondarie di primo grado, “Rispettiamo la creatività”, l’iniziativa promossa da EMCA (European Multimedia Copyright Alliance) e dai suoi partner NUOVOIMAIE, AFI, ANICA, FAPAV, MPA, SIAE e UNIVIDEO – della quale abbiamo già parlato nelle puntate dell’Osservatorio numero 9, 17 e 30 – volta alla sensibilizzazione sul tema della proprietà intellettuale e del diritto d’autore, è arrivata per la prima volta ai ragazzi delle scuole superiori: si sono infatti conclusi lo scorso 13 marzo tre incontri (tenutisi presso uffici di NUOVOIMAIE attraverso speciali Percorsi di Alternanza Scuola Lavoro) con gli studenti di altrettanti licei di Roma – il Gassman, il Kant e il Plauto – durante i quali i ragazzi più grandi, quelli in genere più interessati alla fruizione di contenuti artistici come musica e film e più esperti nell’utilizzo delle nuove tecnologie, hanno incontrato artisti e addetti ai lavori per capire effettivamente cosa sia – e perché sia così importante non solo per l’industria culturale, ma per tutti noi – la tutela e il rispetto del diritto d’autore.

    Dopo le scuole primarie e quelle secondarie di primo grado, “Rispettiamo la creatività”, l’iniziativa promossa da EMCA (European Multimedia Copyright Alliance) e dai suoi partner NUOVOIMAIE, AFI, ANICA, FAPAV, MPA, SIAE e UNIVIDEO – della quale abbiamo già parlato nelle puntate dell’Osservatorio numero 9, 17 e 30 – volta alla sensibilizzazione sul tema della proprietà intellettuale e del diritto d’autore, è arrivata per la prima volta ai ragazzi delle scuole superiori: si sono infatti conclusi lo scorso 13 marzo tre incontri (tenutisi presso uffici di NUOVOIMAIE attraverso speciali Percorsi di Alternanza Scuola Lavoro) con gli studenti di altrettanti licei di Roma – il Gassman, il Kant e il Plauto – durante i quali i ragazzi più grandi, quelli in genere più interessati alla fruizione di contenuti artistici come musica e film e più esperti nell’utilizzo delle nuove tecnologie, hanno incontrato artisti e addetti ai lavori per capire effettivamente cosa sia – e perché sia così importante non solo per l’industria culturale, ma per tutti noi – la tutela e il rispetto del diritto d’autore.

Questo è un contenuto esclusivo per gli iscritti a Music Biz

controllo dell'utente in corso
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.