Banco del Mutuo Soccorso, il ritorno: ecco 'I ruderi del gulag', primo singolo del nuovo album

Banco del Mutuo Soccorso, il ritorno: ecco 'I ruderi del gulag', primo singolo del nuovo album

Il prossimo 26 aprile uscirà il nuovo album in studio della storica formazione prog rock romana: "Transiberiana", questo il titolo del disco, annunciato lo scorso mese, sarà il primo lavoro di inediti del Banco del Mutuo Soccorso in ben venticinque anni. Ora la band ne offre un'anticipazione, pubblicando il primo singolo "I ruderi del gulag". Potete ascoltarlo proprio qui sotto:

Il brano è stato composto da Vittorio Nocenzi insieme al figlio Michelangelo, mentre il testo è stato curato dallo stesso Nocenzi insieme a Paolo Logli, storico collaboratore del Banco.

L'attuale formazione del gruppo comprende Vittorio Nocenzi (piano, tastiera e voce), Filippo Marcheggiani (chitarra), Nicola Di Già (chitarra ritmica), Marco Capozi (basso), Fabio Moresco (batteria) e Tony D'Alessio (voce).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
31 gen
Scopri tutte le date

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.