Classifiche UK, al numero 1 una canzone del 1971 e il CD degli Stereophonics

Classifiche UK, al numero 1 una canzone del 1971 e il CD degli Stereophonics

Nell'immaginario collettivo britannico Tony Christie non è esattamente come Tom Jones od Englebert Humperdinck, ma più o meno è da quelle parti anche se i suoi pochi successi risalgono all'inizio degli anni Settanta.

Si ricordano ad esempio "What I did for Maria" del 1970 e "(Is this the way to) Amarillo" del 1971. Proprio quest'ultima, che ai tempi non riuscì ad andare oltre il numero 18, è ora la nuova regina della classifica UK dei singoli. Un paio di settimane fa nel Regno Unito è stato irradiato lo speciale "Comic relief", in cui il comico Peter Kay ha proposto un nuovo video; sulla musica di "Amarillo" si sono visti numerosi personaggi noti e la gente è corsa in massa a comprare la riedizione di quella canzone di 34 anni fa. E, parlando di canzoni veterane, non si può non notare la seconda nuova entrata più alta della settimana: è l'ennesima ripubblicazione di un brano di Elvis Presley, "She's not you" del settembre 1962, che si aggiudica la terza tacca. Al numero 2 c'è la canzone regina della scorsa settimana, "All about you/You've got a friend" dei McFly. Plana sul quarto gradino "Rich girl", secondo estratto dall'ultimo album di Gwen Stefani. Il successore di "What you waiting for" si baserebbe, secondo alcuni, sul "giro" di "If I were a rich man", un pezzo contenuto in un musical di Broadway. Scende dal 3 al 5 "Falling stars" dei Sunset Strippers, mentre al 6 arriva "They" della cantautrice gallese Jem. Giù dal 5 al 7 "Over and over" di Nelly con Tim McGraw, poi all'8 entra "Oh my gosh" dei Basement Jaxx. Per i Basement si tratta del primo singolo a finire in Top 10 dopo "Where's your head at" del dicembre 2001. Altre due new entries sulle posizioni conclusive della Top 10. Al 9 debutta la cover di "Bohemian rhapsody" dei Queen eseguita dai G4, boyband classica. I ragazzi sono a metà tra pop ed opera e c'è chi, con un orrido neologismo, li considera "popera". Chiude "Back to basics" dei Shapeshifters, la canzone che fa da seguito all'estiva "Lola's theme". Niente aggancio al Pantheon per altre novità: "Holiday" dei Green Day si ferma all'11, "Keep this fire burning" di Beverley Knight al 16, "Little sister" dei Queens Of The Stone Age al 18, "The widow" dei Mars Volta al 20. Scivola dall'8 al 22 "Krafty" dei New Order.


Per quanto riguarda gli album, entra trionfalmente al primo posto, dopo l'ottima riuscita del singolo "Dakota", "Language. Sex. Violence. Other?" degli Stereophonics. Il Tony Christie di cui si è detto prima porta la sua "Definitive collection" dal numero 4 al 2, con "The massacre" di 50 Cent che cala dalla prima alla terza posizione. Passa dal 2 al 4 l'omonimo dei G4, esordisce alto, al 5, l'omonimo dei nuovi Bravery. La band di New York è stata scelta, con notevole fiuto, dal New Musical Express per la copertina del numero dello scorso 12 marzo. Dopo la sbornia del numero 3, scende al 6 "Employment" degli emergenti Kaiser Chiefs. Sale dal 12 al 7 "Love, angel, music, baby" di Gwen Stefani. Così così "Hotel" di Moby: numero 8, ma bisogna considerare che in UK il singolo "Lift me up" non ha avuto l'esposizione mediatica di cui ha goduto in Italia. L'omonimo degli Scissor Sisters scende dal 6 al 9, poi chiude l'ultima nuova entrata in Top 10 della settimana: "Human after all" dei Daft Punk. "The Italian" del connazionale Patrizio Buanne resiste in Top 20, "Rebirth" di Jennifer Lopez abbandona la Top 25, sale velocemente in Top 30 "Finally woken" di Jem, crolla dal 9 al 39 "Warnings/Promises" degli Idlewild.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.