"Bohemian Rhapsody": il film sui Queen e Freddie Mercury potrebbe avere un sequel

"Bohemian Rhapsody": il film sui Queen e Freddie Mercury potrebbe avere un sequel

Il biopic sui Queen “Bohemian Rhapsody” non lascia molto spazio per un sequel. Il film si conclude con la celeberrima performance del 1985 al Live Aid prima di lasciare il posto al breve riassunto della battaglia condotta da Mercury contro l'AIDS e, infine, la sua morte nel novembre del 1991.

Rudi Dolezal, che ha diretto alcuni video dei Queen, parlando con Page Six ha dichiarato che un sequel "è oggetto di discussione nella famiglia dei Queen" e che si augura che Jim Beach, manager del gruppo e produttore di “Bohemian Rhapsody” si adoperi per un sequel. Anche se il chitarrista dei Queen Brian May in un'intervista rilasciata alla fine dello scorso anno scherzava su una ipotesi del genere dicendo: "Penso che il Live Aid sia un buon punto per finirlo. Chissà, potrebbe esserci un sequel."

Tra il Live Aid e la morte di Mercury c’è un periodo di sei anni, nei quali il frontman della band vive abbastanza ritirato. Nel 1986 i Queen fecero il loro ultimo tour e, prima della sua morte, pubblicarono ancora due album “The Miracle” nel 1989 e “Innuendo” nel 1991.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
FRANCESCO DE GREGORI
Scopri qui tutti i vinili!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.