NEWS   |   Pop/Rock / 12/03/2019

Graham Coxon, l’essenza del britpop (1 / 11)

Graham Coxon, l’essenza del britpop

Quando nel 1988 gli amici d’infanzia Graham Coxon e Damon Albarn fanno la conoscenza di Alex James e, insieme, dalle ceneri dei Circus danno vita ai Blur – originariamente nati con il nome di Seymour – i tre non sanno ancora che la formazione britannica da loro creata sarà per sempre considerata tra i pilastri del britpop, genere che sarebbe presto esploso segnando gli albori degli anni Novanta. Coxon, che è anche pittore, ha partecipato alla realizzazione di sette album dei Blur, da “Leisure” del 1991 fino a “The Magic Whip” del 2015, sebbene dal 2002 al 2008 il chitarrista abbia preso le distanze dalla band a causa di alcuni diverbi interni.

Nato il 12 marzo 1969, il musicista, che oggi spegne 50 candeline, ha all’attivo anche una carriera solista costellata da otto capitoli discografici. È su questo aspetto del suo percorso artistico che ci soffermiamo oggi, ripescando dieci dei singoli in solitaria incisi dal chitarrista dei Blur dal 2000 al 2018. Li trovate tutti nelle prossime pagine, buon ascolto!