UK, sempre più dischi nei supermercati (e sempre meno negozi specializzati)

UK, sempre più dischi nei supermercati (e sempre meno negozi specializzati)
Nell’attesa di sapere come sta evolvendo la situazione in Italia, è interessante notare i mutamenti dello scenario distributivo in un paese guida del mercato discografico come l’Inghilterra. Oltre Manica, avverte una ricerca commissionata dall’associazione di categoria Bard e anticipata dal settimanale Music Week, il 2004 è stato caratterizzato da un ulteriore e drammatico calo del numero di negozi specializzati e/o indipendenti a vantaggio dei supermercati, grandi venditori di successi ma assai meno propensi a tenere in assortimento un ampio catalogo di prodotti. Il numero di centri commerciali che offrono musica registrata sui loro scaffali è aumentato in un anno di oltre il 60 %, salendo a più di 3 mila punti vendita; contemporaneamente le catene non specializzate come Woolworths ammontano a 1.374 punti vendita, quelle specializzate come Virgin a 461 e i negozi indipendenti calano di numero da 822 a 774. Nel complesso il numero di negozi inglesi che vendono musica è cresciuto dell’11,7 %: ma siccome nel frattempo gli acquisti di dischi sono cresciuti solo dell’1,1 %, questo significa anche una riduzione del giro d’affari per molti negozi, in particolare delle ditte indipendenti e specializzate. A fine 2004 i supermercati valevano il 23,6 % del mercato (pezzi venduti) contro il 44,6 % degli specialisti. Le vendite attraverso Internet sono cresciute del 50 % e ora rappresentano già il 9,7 % del totale, contro il 7,7 % del 2003.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.