TikTok, dalla Federal Trade Commission una multa da 5,7 milioni per aver violato la privacy dei minori

TikTok, dalla Federal Trade Commission una multa da 5,7 milioni per aver violato la privacy dei minori

L'app musicale TikTok - creata in Cina ma oggi di proprietà di Bytedance, che lo scorso anno l'ha fusa con l'altra propria controllata Musical.ly - è stata multata dalla Federal Trade Commission, ente statunitense preposto alla tutela dei consumatori, per aver violato la privacy dei propri utenti minorenni: la sanzione record da 5,7 milioni di dollari è stata comminata per una palese violazione del Children's Online Privacy Protection Act, legge che negli USA regola la protezione della privacy dei minorenni in Rete, che vieta la raccolta di dati sensibili dai minori di 18 anni senza il consenso dei genitori o dei tutori legali.

"L'operatore era a conoscenza del fatto che la app fosse utilizzata da minorenni, eppure ha deliberatamente mancato di ottenere il consenso dei genitori prima di raccogliere nomi, indirizzi email e altri dati sensibili di utenti di età inferiore ai tredici anni", si legge in una nota diramata dalla Federal Trade Commission: "Questa sanzione record serva da monito ai titolari di servizi online  dedicati ai minoti: prendiamo molto sul serio il Children's Online Privacy Protection Act, e non tollereremo la flagrante violazione della legge da parte delle società".

Dal canto suo TikTok, oltre che a pubblicare video tutorial sulla salvaguardia della privacy in Rete, ha disposto per gli utenti minorenni un app "parallela" a quella ufficiale che non permetta in alcun modo la condivisione o la cessione di dati sensibili.

Music Biz Cafe, parla Gaetano Blandini (SIAE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.