NEWS   |   R'n'B / hip hop / 23/02/2019

R. Kelly, il rapper si è costituito: al via l’8 marzo il processo

R. Kelly, il rapper si è costituito: al via l’8 marzo il processo

Dopo circa vent’anni di accuse nei suoi confronti – le prime risalgono agli anni Novanta ma il caso è montato nelle scorse settimane dopo la proiezione del documentario a puntate, diretto da Nigel Bellis e Astral Finnie, “Surviving R. Kelly” su Lifetime – il rapper e cantante statunitense è stato incriminato per abuso sessuale aggravato, secondo quanto riferito alla stampa dal procuratore di Chicago Kim Foxx. I capi d’accusa che pendono su R. Kelly potrebbero valergli da tre a sette anni di reclusione – scrive il New York Times – ognuno.

Come era stato annunciato poco prima dal suo avvocato Steve Greenberg, il rapper si è costituito “sotto shock” ieri notte alla stazione di polizia della Windy City dopo che le autorità hanno reso noti i capi d’accusa che lo riguardano, che includono almeno tre presunte vittime minorenni, tra i 13 e i 17 anni. Il legale ha fatto sapere che il suo cliente continua a confermare la sua innocenza e sarebbe “incredibilmente deluso e depresso”.

R. Kelly, 52 anni, vincitore di tre Grammy nel 1998, si presenterà domenica pomeriggio in tribunale per l’udienza, mentre stando ai report diffusi dal Chicago Sun-Times la data prevista per l’inizio del processo è stata fissata al prossimo 8 marzo.

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi