Musica italiana in radio, Matteo Salvini: 'Il governo non può imporre la musica che va in onda'

Musica italiana in radio, Matteo Salvini: 'Il governo non può imporre la musica che va in onda'

Sulla proposta di legge avanzata dal presidente della commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera Alessandro Morelli affinché venga garantita nei palinsesti radiofonici una quota minima - pari a un terzo del totale dei brani programmati - di canzoni "di autori e di artisti italiani e incise e prodotte in Italia" si è espresso anche il Vicepresidente del Consiglio dei ministri e Ministro dell'interno Matteo Salvini.

Intervistato nella mattina di oggi, mercoledì 20 febbraio, da RTL 102.5, il segretario nazionale della Lega - lo stesso partito al quale è iscritto Morelli - ha dichiarato:

"Ogni radio fa il suo palinsesto, la musica è quanto di più soggettivo... Mi hanno rotto le scatole per una settimana perché non sono riuscito a dire che mi piaceva la canzone di Mahmood che ha vinto il Festival e preferisco Il Volo o Vasco Rossi. E' un invito, ma vale anche per i ragazzini che giocano a calcio nelle giovanili, il  Governo non può imporlo per legge ma se – come negli altri Paesi europei – ci fosse più apertura per gli artisti italiani, per i musicisti italiani, per i calciatori italiani, sarebbe un bene per la nostra cultura e lavoro in più. Detto questo ogni radio si fa i suoi palinsesti e ognuno ascolta la musica che crede"

Sull'effettivo stato della proposta di legge presentata da Morelli e sulla sua eventuale attuazione, Salvini ha chiarito:

"C'è un progetto di legge che è richiesto da tanti artisti italiani che dicono 'Arrivano fino al centimetro finale e poi non ho lo sbocco finale' però non sarà il Parlamento a decidere che musica va in onda su RTL 102.5, ovviamente"

A questo indirizzo sono disponibili tutti gli articoli di Rockol dedicati alla proposta di legge avanzata dal presidente della commissione Trasporti e telecomunicazioni della Camera Alessandro Morelli.

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.