NEWS   |   Industria / 19/02/2019

Esclusiva Rockol: la musica italiana nelle radio italiane, i dati percentuali del 2017

Esclusiva Rockol: la musica italiana nelle radio italiane, i dati percentuali del 2017

Devo alla cortesia di Enzo Mazza, Presidente di SCF, l'opportunità di condividere con i lettori di Rockol un dato che abitualmente la Società Consortile Fonografica non fornisce pubblicamente, e che mi ha concesso di pubblicare a conferma del ragionamento che ho cercato di argomentare qui.
Secondo gli ultimi dati disponibili di SCF, sulla base del rendicontato dalle radio nazionali, nel 2017 (ultimo dato censito, il 2018 è ancora in analisi) l'effettiva percentuale di trasmesso relativo al repertorio italiano è del 31,98 %. Per quanto riguarda le radio locali, la media del 2017 è del 32,4%.
Questo è il dato cumulativo, che parrebbe non troppo al di sotto del 33% previsto dalla proposta di legge Morelli. Questo dato però è condizionato dalla presenza di emittenti che trasmettono un 100% di repertorio italiano. Esaminando le singole radio non dedicate esclusivamente al repertorio italiano, l'unica emittente sopra il 30% è RTL 102,5.
Come si vede, la dichiarazione di Morelli ("la quota media di repertorio italiano è inferiore al 23%") non era affatto peregrina, a dispetto dei  molti commentatori che, sghignazzando, hanno pensato di negarne l'effettiva corrispondenza al vero.
Sono molto curioso di vedere chi avrà la correttezza di rimangiarsi quello che ha scritto.

Franco Zanetti

AGGIORNAMENTO
Mi segnalano questo take dell'agenzia AGI che sostanzialmente conferma, attraverso dati SIAE, ciò che ho scritto qui sopra utilizzando i dati SCF.
Scrive l'AGI:
"Abbiamo ottenuto i dati medi di ripartizione dei diritti d’autore della Siae, relativi al periodo 2010-2017. Sono dati relativi agli autori e non agli esecutori (non sempre, naturalmente, le due figure coincidono).
Nel periodo 2010-2017, la RTL 102.5 risulta aver trasmesso musica composta da autori italiani per il 38,8% e stranieri per il 61,2%. RDS ha trasmesso musica italiana per il 27,6% e straniera per il 72,4%. Radio Italia Solomusicaitaliana, come suggerisce anche il nome, ha trasmesso quasi esclusivamente musica di autori italiani: il 95,4% del totale. Radio Deejay ha trasmesso musica di autori italiani per il 15,5% e stranieri per l’84,5%; Radio 105 ha una percentuale di utilizzo di repertorio di autore italiano del 32,4% e di autore straniero del 67,6%.
Rai Radio (sono aggregati i dati di Radiouno e Radiodue), 43,5% italiani e 56,5% stranieri; Radio Kiss Kiss, 21,9% italiani e 78,1% stranieri; Virgin Radio, 4,9% italiani e 95,1% stranieri; Radio 101, 12,1% italiani e 87,9% stranieri. Nella classifica della SIAE non è riportato il dato relativo a Radio 24 - Il Sole 24 Ore."


Questi di seguito invece i dati percentuali per il 2017 che mi ha fornito SCF:
RTL 45,2 % di brani italiani
RDS 27,2 % di brani italiani
Radio Italia 100% di brani italiani
Radio Deejay 24,6 % di brani italiani
Radio 105 27,1 % di brani italiani
Virgin Radio 1,3 % di brani italiani
Capital 15,5 % di brani italiani
Radio Kiss Kiss 29% di brani italiani.

A margine, l'articolo dell'AGI comunica che la proposta di legge è stata depositata il 6 febbraio, cioè il mercoledì della settimana del Festival vinto da Mahmood. Quindi, o Morelli ha doti divinatorie, oppure la sua proposta non ha niente a che vedere - anche qui, diversamente da quanto tutti hanno scritto - con la vittoria di Mahmood al Festival.

(fz)